Il nuovo MacBook Air nei primi benchmark: il salto in avanti è davvero notevole! (foto)

Edoardo Carlo Ceretti

Nei giorni scorsi, abbiamo assistito al lancio di un nuovo modello di MacBook Air, già disponibile per l’acquisto anche in Italia. Alla vigilia, ci si attendevano le solite migliorie che potessero giustificare l’upgrade da parte dei clienti più affezionati, ma l’impegno profuso da Apple ha finito per stupire i più. Sul fronte delle fredde specifiche tecniche, il salto generazionale è apparso subito netto e i primi benchmark lo stanno confermando.

Con la sua classica prosopopea, Apple aveva promesso prestazioni due volte migliori rispetto ai MacBook Air del passato e, secondo i risultati di Geekbench 5, la promessa sembra sia stata assolutamente mantenuta. Grazie alle nuove CPU Intel Core di decima generazione, MacBook Air 2020 supera di slancio la versione 2018 in single core e quasi la doppia in multi core.

LEGGI ANCHE: Netflix e Prime Video ridurranno la qualità dello streaming per un mese

Giusto a fini statistici, il nuovo MacBook Air è stato messo a confronto con iPad Pro 2018, uscendone sconfitto in modo piuttosto netto. Tuttavia, trattandosi di architetture hardware e sistemi operativi completamente diversi, la comparazione lascia il tempo che trova.

Vanno però ricordate le voci che vogliono il lancio, in un futuro non troppo lontano, di un MacBook basato su architettura ARM, a riprova di quanto Cupertino punti sui suoi chip mobile. E il nuovo iPad Pro, con Magic Keyboard dotata di trackpad, sembra l’anello di congiunzione in grado di preparare il campo per la grande svolta.

Via: 9to5 Mac
  • Mik Loconte

    Mac book air con arm sarebbe davvero fantastico