macOS Big Sur condivide una seria vulnerabilità con Linux: la patch ancora non è arrivata (foto)

Vincenzo Ronca

Non arrivano notizie positive per gli utenti macOS. Stando alle ultime notizie trapelate in rete, anche la più recente versione del sistema operativo di Cupertino soffre di una seria vulnerabilità di sicurezza.

La vulnerabilità della quale parliamo è stata portata alla luce dal ricercatore di sicurezza informatica Matthew Hickey, il quale ha confermato che anche Big Sur soffre della seria vulnerabilità identificata dal codice CVE-2021-3156 e soprannominata Baron Samedit. Questa è stata già avivstata su Linux ed è definita seria perché permetterebbe l’accesso root dall’esterno.

LEGGI ANCHE: Yi Dome Guard / Dome U, la recensione

Di tale vulnerabilità ne soffre anche macOS perché il sistema operativo di Apple fa riferimento ad alcuni elementi del sistema operativo FreeBSD. La faccenda è seria anche perché attualmente Apple non ha ancora distribuito una patch per la vulnerabilità descritta, pertanto tutti i suoi dispositivi risultano non coperti dalla minaccia, compresi i nuovi Mac M1.

Via: XDA