Microsoft ❤️ Apple: Outlook, Word, Excel, PowerPoint e OneNote compatibili con i Mac M1

Nicola Ligas Ed anche Firefox 84 supporta il primo Apple Silicon

Con un annuncio sul suo blog ufficiale, Microsoft ha comunicato di aver già aggiornato le sue app per supportare al meglio il nuovo SoC Apple M1. Outlook, Word, Excel, PowerPoint e OneNote da oggi gireranno nativamente sui Mac con M1, il che significa migliori performance e maggiore autonomia, senza dover passare per il “traduttore” Rosetta 2.

Non solo, ma queste nuove app sono Universali, il che significa che gireranno perfettamente anche sui Mac con processore Intel. Inoltre le app Microsoft 365 sono state riprogettate non solo per il supporto ad M1 ma anche a macOS Big Sur; parliamo a livello di grafica e di icone delle applicazioni, più consistenti con le novità introdotte da Apple nell’ultima release del proprio sistema operativo.

Ma non finisce qui, perché a quanto pare “Microsoft ama Apple“, annunciando anche il supporto per gli account iCloud nel nuovo Outlook per Mac. La sincronizzazione di email, contatti e calendario saranno tutti supportati, in modo che in un’unica app possiate avere tutto ciò che vi occorre per lavorare e non solo.

C’è però un escluso in tutto ciò: Microsoft Teams, che al momento funziona solo tramite Rosetta, sebbene Microsoft abbia promesso l’arrivo di un’apposita app Universale anche per Teams, nel prossimo futuro.

Tra le novità funzionali annoveriamo Tell Me, una funzione di ricerca particolare che vi farà trovare velocemente i tool Office dei quali avete bisogno, o le azioni che volete eseguire semplicemente digitando quello che state cercando in Word, Excel, PowerPoint, o OneNote. T

Per scaricare il nuovo Microsoft 365 per Apple M1 vi basterà andare sull’App Store e prelevare l’ultima versione, che da oggi è disponibile.

Segnaliamo a margine il supporto per M1 da parte di un’altra popolare app: il browser Firefox. La versione 84 funziona infatti nativamente con gli Apple Silicon, portando “dramatic performance improvements” rispetto alla versione non ottimizzata. Firefox viene eseguito 2,5 volte più velocemente e le web app sono due volte più reattive (secondo SpeedoMeter 2.0). Per passare a Firefox M1 non vi resta che seguire questa semplice guida ufficiale in italiano.