Microsoft alla conquista del cloud: Windows 365 è il servizio che consente di utilizzare un PC virtuale da remoto (video)

Vito Laminafra

Dopo l’annuncio di Windows 11 del mese scorso, Microsoft ha presentato un nuovo servizio interessante e legato al cloud, al momento però riservato ai clienti Business: Windows 365 si pone l’obiettivo di rendere accessibile il sistema operativo dell’azienda da remoto, tramite cloud.

LEGGI ANCHE: Le serie tv in uscita su Amazon Prime Video ad agosto

Windows 365 funzionerà con i tutti i moderni browser o tramite l’app di Microsoft Remote Desktop: gli utenti saranno in grado di utilizzare veri e propri PC virtuali, che eseguono delle versioni pressoché complete di Windows 10 o Windows 11, il tutto tramite rete e quindi senza ricorrere a tecnologie quali la virtualizzazione, che ovviamente ha bisogno di molte risorse di sistema.

Le aziende potranno creare dei PC virtuali in pochi minuti e potranno assegnarli ai dipendenti, evitando perciò di utilizzare hardware fisico dedicato. Questo risulta particolarmente vantaggioso per le aziende con tanti dipendenti da remoto, dato che viene anche eliminato il bisogno di avere una VPN attiva per accedere alla rete aziendale.

Come detto, Windows 365 sarà disponibile solo per le aziende e verrà lanciato il 2 agosto, con un costo di abbonamento mensile per singolo utente. Microsoft comunque non ha ancora fornito i prezzi esatti del servizio. Windows 365 sarà disponibile in due differenti versioni: Business e Enterprise, ed entrambe utilizzeranno Azure Virtual Desktop. I singoli PC virtuali potranno essere configurati a piacimento: da CPU single core, 2 GB di RAM e 64 GB di spazio di archiviazione fino a CPU a otto core, 32GB di RAM e 512GB di memoria interna.

Via: The Verge