Su Microsoft Edge Canary arriva l’ibernazione automatica delle schede non utilizzate (foto)

Giovanni Bortolan

Il nuovo Microsoft Edge di Microsoft è già di per sé un ottimo browser, e con il tempo si sta arricchendo di funzioni utili a renderlo ancora più prestante. L’ultima si chiama Sleeping Tabs, e altro non è che un semplice meccanismo di ibernazione delle schede non utilizzate. Entrata da poco nella versione Canary, la funzione potrebbe arrivare anche nella stabile molto presto.

Il funzionamento è molto semplice: una volta attivata la funzione ed impostato un tempo massimo di inutilizzo, il browser andrà ad ibernare le schede non utilizzate per salvaguardare memoria RAM e togliere carico alla CPU. Se avete la versione Canary del browser e siete intenzionati a provare le sleeping tabs, la procedura da seguire è la seguente:

  1. Aprire Microsoft Edge
  2. Visitare la pagina edge://flags
  3. Cercare la voce Enable Sleeping Tabs e attivarla (“Enabled”)
  4. Riavviare il browser
  5. Andare su Impostazioni > Sistema e impostare un timer alla funzione “Put inactive tabs to sleep after the specified amount of time:”

LEGGI ANCHE: 7 giorni con Microsoft Edge Chromium

Per intenderci, queste Sleeping Tabs funzionano esattamente come l’estensione per Chrome The Great Suspender, tuttavia le prime godono della possibilità di impostare un timer e di selezionare delle eccezioni da mantenere sempre attive.

Fonte: Techdows