Microsoft Edge ottimizza le risorse del PC con le nuove "tab dormienti"

Microsoft Edge ottimizza le risorse del PC con le nuove "tab dormienti"
Vito Laminafra
Vito Laminafra

Come tutti i browser basati su Chromium, anche Microsoft Edge richiede molte risorse durante il suo funzionamento (anche se non al livello di Chrome): l'azienda di Redmond si sta però impegnando per ridurre l'utilizzo di CPU e memoria e l'ultimo aggiornamento del browser porta un'interessante novità proprio in questo senso.

Stiamo parlando delle "tab dormienti", o Sleeping Tabs: questa funzione è disponibile a partire dalla versione 100 del browser e essenzialmente "mette a dormire" le tab che non sono utilizzate da molto tempo. Con questa modifica, dichiara l'azienda, ogni scheda inattiva consente mediamente di risparmiare l'85% di memoria e il 99% di CPU.

È stato modificato anche l'algoritmo che mette a riposo le tab inattive e, in media, l'8% in più delle schede diventerà una Sleeping Tab, risparmiando ancora più risorse utili per altre operazioni. Per controllare il tutto, Microsoft ha introdotto anche un nuovo menù (trovato uno screenshot in basso) raggiungibile dalla voce Performance delle Impostazioni. Da questo, si può scegliere quanto aggressiva dev'essere la funzione Sleeping Tabs e controllare quante risorse sono effettivamente risparmiate.

Fonte: Microsoft
Mostra i commenti