Microsoft introduce su Edge la modalità Performance, che ottimizza velocità, consumi e tanto altro

Enrico Gargiulo

Microsoft sta testando una nuova modalità per il suo browser Edge: si chiama “Performance Mode” e nasce con l’intento di ottimizzare la velocità, la reattività, la memoria, la CPU e l’utilizzo della batteria. Al momento è disponibile per chiunque utilizzi la versione Microsoft Edge Canary del browser, ma può essere attivata anche manualmente tramite una spunta.

Non è chiaro in che modo possa cambiare l’esperienza di navigazione, ma quel che è certo è il nuovo (o quasi) approccio alle “Schede dormienti“: abilitando la modalità Performance, queste avranno un timeout automatico di 5 minuti, passati i quali il browser provvederà a rilasciare le risorse ad esse riservate, permettendo al sistema di destinarle a nuove schede ed evitando che Edge finisca per monopolizzare le risorse della CPU in background.

LEGGI ANCHE: Su Microsoft Edge 89 i tab possono essere messi in verticale

Tutto questo avrà, com’è intuibile, anche ottime conseguenze anche sull’autonomia dei portatili, che maggiormente soffrono dell’utilizzo assai energivoro delle schede in fase di navigazione e porterà Edge di fianco a Google Chrome, che già mesi fa si è aggiornato per ottimizzare l’utilizzo di CPU, GPU e memoria RAM.

Via: TheVerge