Microsoft rilascia un aggiornamento che ripara un bug di sistema rivelato accidentalmente nei giorni scorsi

Enrico Paccusse "È così confuso da colpirsi da solo"

Qualche giorno fa, Microsoft ha rilasciato la patch di marzo per Windows. Nel farlo, ha accidentalmente rivelato una criticità di sistema presente nel protocollo SMB 3.1.1 (Server Message Block) di Windows 10, nella versione a 32 e 64bit.

Secondo la descrizione della stessa Microsoft, un hacker avrebbe potuto sfruttare questa falla per eseguire del codice compromesso sia lato server che lato client.

Non solo, questo avrebbe potuto diffondersi automaticamente da una macchina all’altra, creando una reazione a catena simile a quella dei virus WannaCry e NotPetya del 2017.

LEGGI ANCHE: Microsoft cancella la propria conferenza Build 2020

Fortunatamente, le evidenze suggeriscono che non ci sono stati utilizzi impropri della falla. Probabilmente anche a causa dell’alto livello di abilità necessario per sfruttarla.

Oggi Microsoft ha rilasciato un nuovo aggiornamento che va proprio a porre rimedio alla criticità esposta modificando le modalità con cui il protocollo SMB gestisce certe richieste.

Se i vostri aggiornamenti sono automatici, potete proseguire tranquillamente nelle vostre attività, altrimenti dovrete passare tramite Microsoft Security Update Guide.

Via: EngadgetFonte: Microsoft