Tutte le novità Microsoft: Surface Laptop 3, Pro 7 ed X e i Surface Neo e Duo con Android (aggiornato)

Nicola Ligas - Microsoft da batticuore!

In un lungo evento, il più ricco di prodotti di sempre, Microsoft, ed in particolare il bravissimo Panos Panay, ha annunciato ben 6 prodotti, tra i quali due “concept” che saranno disponibili solo a Natale 2020 (e che ovviamente sono i più affascinanti di tutti. Mettetevi comodi, perché adesso riassumeremo tutto il più brevemente possibile.

Surface Laptop 3

Microsoft insiste sul fatto che la linea Surface Laptop 2 sia quella con la più grande customer satisfaction del mondo, ed avendola provata di persona non è difficile crederci.

Più che sulle specifiche, l’azienda ha insistito sulla craftsmanship che c’è dietro questi prodotti. Dietro i dettagli, quelli che non si scrivono su una scheda tecnica. Il touchpad più largo del 20%, la corsa dei tasti di 1,3mm, l’assenza di gommature attorno al display per proteggerlo quando lo chiudete. E poi Microsoft ha ribadito quanto siano riparabili ed anche aggiornabili, con gli SSD non saldati e “facilmente” sostituibili, ad esempio.

E poi arriva anche il modello da 15 pollici, per la prima volta, che fa anche a meno dell’alcantara, che finora è stato un tratto distintivo di questa serie, per sposare l’onnipresente metallo. E sempre il modello da 15” è quello che vede anche il debutto di AMD come nella CPU di un Surface Laptop; in esclusiva. Ovvero non c’è un Surface Laptop 3 da 15” con processore Intel. E non è un processore qualsiasi quello di AMD, ma il più veloce si qualsiasi altro laptop in questa categoria, sebbene Microsoft sia stata avara di dettagli in merito.

A dispetto di questa grande attenzione al pubblico sulla quale Microsoft ha fatto spesso leva, le porte di comunicazione non cambiano molto. USB-A, USB-C (finalmente!), Surface Connect. Poche, come in passato, ma ora con Type-C e con ricarica rapida, che promette l’80% di carica in un’ora.

Microsoft Surface Laptop 3 13.5: scheda tecnica

  • Schermo: 13,5” (2.256 x 1.504 pixel, 3:2, 201ppi) PixelSense multi-touch
  • CPU: Intel Core i5-1035G7 / i7-1065G7
  • RAM: 8/16 GB LPDDR4X,
  • SSD: 128/256/512 GB / 1 TB,M.2 NVME non saldato
  • Webcam 720p, f/2.0, Windows Hello
  • Porte: jack audio, USB-C, USB-A, Surface Connect
  • Connettività: Wi-Fi 6, Bluetooth 5.0
  • Audio: Due microfoni da studio far-field, Altoparlanti Omnisonic con Dolby Audio Premium
  • Batteria: fino ad 11,5  ore, fast charging (80% in un’ora)
  • Dimensioni: 30,8 cm x 22,4 cm x 1,45 cm
  • Peso: 1,288 kg (nero satinato e sabbia – metallo) / 1,266 kg (platino e blu cobalto – alcantara)
  • OS: Windows 10 Home

Microsoft Surface Laptop 3 15: scheda tecnica

  • Schermo: 15” (2.496 x 1.664 pixel, 3:2, 201ppi) PixelSense multi-touch
  • CPU: AMD Ryzen 5 3580U con Radeon™ Vega 9 / AMD Ryzen 7 3780U con Radeon RX Vega 11
  • RAM: 8/16 GB LPDDR4X,
  • SSD: 128/256/512 GB / 1 TB,M.2 NVME non saldato
  • Webcam 720p, f/2.0, Windows Hello
  • Porte: jack audio, USB-C, USB-A, Surface Connect
  • Connettività: Wi-Fi 5, Bluetooth 5.0
  • Audio: Due microfoni da studio far-field, Altoparlanti Omnisonic con Dolby Audio Premium
  • Batteria: fino ad 11,5  ore, fast charging (80% in un’ora)
  • Dimensioni: 34 cm x 24,4 cm x 1,45 cm
  • Peso: 1,542 kg (nero satinato e platino – metallo)
  • OS: Windows 10 Home

Uscita e Prezzo Surface Laptop 3

I nuovi Surface Laptop 3 saranno disponibili dal 22 ottobre, ma intanto potete già pre-ordinarli. In base a quanto comunicatoci da Microsoft, Surface Laptop 3 dovrebbe partire da 1.169€ per il 13’’ e da 1.399€ per il 15’’. I prezzi presenti sul sito ufficiale al momento sono maggiori, ma c’è qualche palese problema dietro, dato che non è nemmeno possibile completare il pre-ordine. Abbiamo verificato comunque con Microsoft, e quelli riportati qui sopra sono i prezzi corretti.

Surface Pro 7

Surface Pro 7 è forse il meno rivoluzionario tra i prodotti presentati oggi. Si tratta del “solito” 2 in 1 con type-cover, che ovviamente viene aggiornato nell’hardware con processori di decima generazione Intel e finalmente col debutto della USB-C, anche se la Surface Connect è sempre lì. Tecnicamente ecco con cosa avremo a che fare.

Microsoft Surface Pro 7: scheda tecnica

  • Schermo: 12,3” 3:2 2.736 x 1.824 pixel, 267 ppi
  • CPU: Intel i3-1005G1 / i5-1035G4 / i7-1065G7
  • RAM: 4 / 8 / 16 GB LPDDR4X
  • Memoria interna: 128 / 256 / 512 GB  / 1 TB SSD
  • Fotocamera frontale: 5 megapixel (1080p)
  • Fotocamera posteriore: 8 megapixel (1080p)
  • Connettività: Wi-Fi 6, Bluetooth 5.0, 1x USB-C, 1x USB-A, mini DisplayPort, microSDXC, Surface Connect, jack audio
  • Dimensioni: 292 mm x 201 mm x 8,5 mm
  • Peso: 775/790 grammi
  • OS: Windows 10 Home

Uscita e Prezzo Surface Pro 7

Surface Pro 7 è in pre-ordine in Italia a partire da 919€ con disponibilità dal 22 ottobre.

Surface Pro X

Qui Microsoft inizia a stupire. Surface Pro X è un tablet sempre connesso ed “ultraportatile”. Spesso solo 5,3 millimetri, ma dotato di un bel display da 13”, 2.880 x 1.920 pixel, e soprattutto di un processore sviluppato in-house.

Si chiama Microsoft SQ1 ed è un chip ARM realizzato in collaborazione con Qualcomm, ma capace di performance superiori rispetto alla media dei processori ARM cui siamo abituati nei nostri smartphone. Questi solitamente viaggiano intorno ai 2W di potenza; SQ1 gira a 7W e promette comunque autonomia, performance e connettività LTE permanente.

Per quanto riguarda il resto delle specifiche, abbiamo 8/16 GB di RAM LPDDR4x, e da 128 a 512 GB di SSD. Presenti anche due fotocamere: 5 megapixel davanti ed 11 megapixel dietro, entrambe con video in 1080p.

Il design è quello del vostro classico Surface Pro, ma con alcune novità interessanti, come la nuova Surface Pen alloggiata in un incavo della tastiera, che si ricarica via wireless, ed è così sempre pronta. E poi ci sono ben 2 porte USB-C, tanto per far arrabbiare un po’ i proprietari degli altri nuovi Surface; ma rimane comunque sempre presente la Surface Connect per la ricarica.

Microsoft Surface Pro X: caratteristiche tecniche

  • Schermo: 13”’ 3:2 2.880 x 1.920 pixel, 267 ppi, 450 nit
  • CPU: Microsoft SQ1 con GPU Adreno™ 685
  • RAM: 8 / 16 GB LPDDR4X
  • Memoria interna: 128 / 256 / 512 GB  SSD
  • Fotocamera frontale: 5 megapixel (1080p)
  • Fotocamera posteriore: 10 megapixel (1080p)
  • Connettività: LTE Advanced Pro, Wi-Fi 5, Bluetooth 5.0, 2x USB-C 3.2, Surface Connect, nano SIM
  • Dimensioni: 292 mm x 201 mm x 8,5 mm
  • Peso: 774 grammi
  • OS: Windows 10 Home

Uscita e Prezzo Surface Pro X

Surface Pro X è in pre-ordine in Italia a partire da 1.169€ con disponibilità sempre a partire dal 19 novembre.

Surface Earbuds

Non mancano gli accessori, nella forma di auricolari true wireless con superficie touch, ed integrazione con Office. Cosa significa? Che ad esempio potrete accedere al calendario di Outlook, ascoltare e rispondere alle email, aggiungere dei to-do, e su PowerPoint è possibile scorrere slide ed avere sottotitoli live, inclusa la traduzione in oltre 60 lingue. La superficie (ampia) degli auricolari è infatti touch, e supporta tap e swipe per farvi eseguire i vari comandi di cui sopra, ed ovviamente per controllare l’audio.

Ovviamente ci sono i comandi vocali con Cortana, anche per dettare contenuti al device accoppiato (sempre ottima integrazione con Office). Microsoft ha anche sottolineato l’ottima integrazione con Spotify. E poi c’è un’autonomia di 24 ore. Di seguito un sunto delle specifiche principali.

  • Driver: 13,6 mm
  • Risposta in frequenza: 20 Hz –20 kHz
  • Microfoni: due per auricolare
  • Azioni: Touch, tap, swipe, comandi vocali, integrazione con Office 365
  • Connettività: Bluetooth 4.
  • Autonomia: fino a 24 ore con la custodia inclusa; USB Type-C charging port
  • Compatibilità: Windows 10, Android 4.4, iPhone 5, iOS 9
  • Certificazione: IPX4
  • Dimensioni: 25 x 19 mm (ciascuna)
  • Peso: 7,2 grammi (ciascuna)

Le Surface Earbuds saranno disponibili entro fin anno alla non modica cifra di 250$.

Surface Neo

Immagine da The Verge

Il piatto forte arriva ora. Non è un foldable, come alcuni rumor avrebbero voluto. Sono due schermi, cuciti assieme come solo Microsoft (dice Microsoft) poteva fare, sia lato hardware, che software. Surface Neo è infatti il primo dispositivo con Windows 10 X, una nuova versione di Windows pensata appositamente per i dual-screen. Ripetiamo: dual-screen, non foldable. Questo è in sostanza quello che finora abbiamo chiamato “convertibile”, non pieghevole. E lasciate perdere il fatto che effettivamente si pieghi: gli schermi sono e rimangono due. Due singoli 9 pollici, che combinati diventano un più ampio 13”, grande quanto lo schermo di molti portatili oggigiorno. Ma non chiedeteci le specifiche hardware precise, perché Microsoft non le ha rivelate, ed al momento avrebbero poco senso, essendo un prototipo.

Ogni lato misura appena 5,6 mm di spessore, e racchiude gli LCD più sottili mai visti; due schermi da 9 pollici ciascuno, per una visuale più ampia di molti laptop. E poi ci sono accessori dedicati come la nuova Surface Slim Pen, che si attacca magneticamente sul retro e si ricarica così via wireless. O una tastiera Bluetooth, anch’essa magnetica, che viene riconosciuta dal Surface Neo quando ce la appoggiate sopra, adattando così l’interfaccia di uno dei due schermi, in modo da mostrare un’area simil-touchpad, oppure delle scorciatoie utili, ad esempio per le emoji. È tutta una commistione hardware-software che davvero solo Microsoft poteva realizzare.

Purtroppo non lo vedremo fino a Natale 2020, quando sarà in compagnia anche di dispositivi simili da parte di aziende partner quali ASUS, Dell, HP, e Lenovo. Ma Microsoft intanto ha detto la sua, ed ha ammutolito il pubblico in sala.

Microsoft Surface Duo

Microsoft Surface Duo è il prodotto che non ti aspetti, il one more thing, anche se forse a Microsoft questa espressione non piacerà molto. È un piccolo Surface Neo. Uno smartphone pieghevole (non con schermo pieghevole: i display sono a tutti gli effetti due, come sul Surface Neo), con Android, sviluppato in collaborazione con Google (ripetiamo: Microsoft e Google hanno lavorato assieme).

In una delle demo, si vede il Surface Duo con Project xCloud che diventa una sorta di Nintendo 3Ds, e sempre con la stessa modalità, uno dei due schermi diventa in pratica tutta tastiera, e l’altro visualizza il contenuto.

Sono due schermi da 5,6” che si uniscono assieme, per un complessivo 8,3” e vi permettono un multitasking senza precedenti. Videochiamata da una parte, app aperte e reattive dall’altra. Ed ovviamente potete ruotare a 360° il tutto, sfruttare uno solo dei due schermi oppure entrambi, con la stessa app “full-dual-screen”. Non si aprla di hardware preciso anche nel suo caso: al momento dovrebbe essere basato su Snapdragon 855, ma ovviamente cambierà tutto al momento del lancio. Insomma, flessibilità senza precedenti, ma purtroppo, anche nel suo caso, disponibilità prevista a Natale 2020.

Con questi ultimi due prodotti Microsoft ha chiaramente voluto stupire. Li ha mostrati sul palco, funzionanti, anche se manca ancora molto al loro arrivo. Probabilmente non è tanto un problema hardware, quanto software. Microsoft vuole che gli sviluppatori salgano a bordo, che creino contenuti utili ed originali, e comunque sia, facendoli vedere ora, non dà la sensazione di essere arrivata dopo la concorrenza, anzi, di averla anticipata. Sì perché state tranquilli che a breve vedremo più dispositivi simili da parte di altri produttori, e tra qui e Natale 2020 la sfida si farà senz’altro più ferrata.

Aggiornamento22/10/2019

La divisione italiana di Microsoft conferma che da oggi 22 ottobre è possibile acquistare in Italia Surface Laptop 3, nei formati da 13,5’’e da 15’’, e Surface Pro 7, nelle varianti consumer e commercial. I dispositivi sono acquistabili sul Microsoft Store o presso rivenditori autorizzati. Varie configurazioni si trovano già anche su Amazon Italia.

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.

  • Okazuma

    Moto curioso di vedere come funzionano i dual display

  • ILCONDOTTIERO

    Incredibile senza fare circolare alcun roumors ha sparato fuori 6 chicche .
    Brava Microsoft e per di più in collaborazione con Google.

    • aifonico

      Incredibile no, non se la caca più nessuno microsoft:-)

      • superBoh

        neanche a te si cacan0, IL CONDOTTIERO ti ha giustamente ignorato, sei l unico con addirittura 2 MENO

  • Gli ultimi due sono delle vere bombe (e il Pro X stuzzica)

  • Antonio Russolillo

    Il dual non ha senso, schermo piccolo per lavorare, se fosse stato un pieghevole da 9 pollici chiuso per operazioni base richiudendolo all inverso ed aperto con pollici da 13-15 senza interruzioni (ora non so quanto sia il calcolo), con una tastiera sottile della stessa dimensione del case (che si aggrappa anche da chiuso come se fosse la terza facciata)

    • superBoh

      ma x favore

  • Giovanni aka Maiti Gion

    Wow…. e chi si aspettava che i prodotti più innovativi dell’anno li tirasse fuori Microsoft?
    Io se il Surface Neo avesse un buon “motore” e una connettività decente (per collegare mouse, tastiera e video esterni) lo userei come pc da lavoro molto volentieri …. ma devo dire che anche lo “smartphone pieghevole” mi ispira….

  • Mariux Revolutions

    Tutto incredibile, certo, ma Microsoft avrebbe potuto piazzare una vera e propria bombazza qualora avesse proposto il Neo e il Duo con a bordo WIndows 10 e non Android