Microsoft Surface Pro 6 e Surface Laptop 2 ufficiali: cambia (un po') la sostanza, ma non la musica (video)

Microsoft Surface Pro 6 e Surface Laptop 2 ufficiali: cambia (un po') la sostanza, ma non la musica (video)
Nicola Ligas
Nicola Ligas
Aggiornamenti

Microsoft ha annunciato un refresh di due dei propri Surface, che cambiano nome, ma non troppa sostanza. Surface Pro 6 e Surface Laptop 2 sono infatti completamente identici ai precedenti modelli a livello estetico, il che significa anche che non ci sono nuove porte (ovvero: no Type-C). L'unica novità è l'introduzione del colore nero, per entrambi i modelli (ma solo nelle varianti più potenti), che a giudicare dalle immagini sembra in effetti piuttosto affascinante.

Cosa cambia allora? Ovviamente le specifiche interne.

Se volete un processore Intel Core U, adesso si parte da i5-8250U, con 4 (solo Surface Pro 6) 8 / 16 GB di RAM e 128 / 512 / 1.000 GB di SSD PCIe NVMe. Surface Pro 6 ha sempre uno schermo da 12,3'' PixelSense, mentre Surface Laptop 2 ha un 13,5'', ma il contrasto dovrebbe essere aumentato rispetto al passato. Da notare la nuova colorazione nera, per entrambi, che a giudicare dalle immagini ufficiali sembra molto bella, anche se aspetteremo di vederla dal vivo prima di giudicarla.

Uscita e Prezzo

Surface Pro 6 e Surface Laptop 2 sono già in pre-ordine in USA, Canada, Australia, Austria, Cina, Germania, Irlanda, Giappone, Nuova Zelanda, e Regno Unito.

Non ci sono date precise per l'Italia, ma i paesi non compresi in questo elenco dovrebbero ricevere i nuovi Surface solo nel 2019. A meno di colpi di scena quindi, dovremo armarci di un po' di sana pazienza.

I prezzi in Germania partono da 899€ per la versione Core M di Surface Pro 6, e da 1.149€ per quella con i5 Kaby Lake. Per quanto riguarda Surface Laptop 2 invece, la base di partenza è di 999€.

Aggiornamento

Microsoft ha confermato che Surface Pro 6 e Surface Laptop arriveranno in Italia "nella prima parte del 2019", riportando però solo il prezzo in dollari (equivalente a quello in euro che abbiamo scritto qui sopra), pertanto per i dettagli precisi dobbiamo rimandarvi ad un futuro articolo.

Fonte: Microsoft

Commenta