Microsoft tenta l’impossibile: migliorare l’autonomia con Chrome, potete provare anche voi (foto)

Vincenzo Ronca

Microsoft ha recentemente esteso la sua piattaforma di sviluppo software anche su Chromium, con l’obiettivo di migliorare l’autonomia dei dispositivi Windows, anche per quelli che usano Google Chrome come browser web.

L’ultima novità in tal senso è già stata resa disponibile nel canale sperimentale Canary del popolare browser web di Google ed è stata messa a punto dal team guidato da Shawn Picket di Microsoft: questa consiste in una funzionalità che impedisce la memorizzazione nella cache del disco dei contenuti multimediali associati ai moduli visualizzati dal browser. La funzionalità agisce sul fatto che Chrome aggiunge alla cache il contenuto multimediale durante l’acquisizione o la riproduzione del contenuto e questo ha chiaramente un impatto negativo sulla batteria del device.

LEGGI ANCHE: Amazfit Bip Lite, la recensione

Come anticipato la funzionalità è già disponibile su Chrome Canary nella lista dei classici flag, sotto il nome “Turn off caching of streaming media to disk” ma non aspettatevi che funzioni tutto alla perfezione da subito. Fateci sapere se l’avete provata e le vostre impressioni in merito.

Via: Techdows
  • Francesco Mezzina

    Penso che sia meglio usare Opera!

    • Glics

      Che è basato su Chromium ed è praticamente la stessa cosa ma con una UI diversa…