I MacBook perdono colpi e Windows domina nel fascia alta, parola di Microsoft

Cosimo Alfredo Pina

Circa sette anni fa, nel 2009, gli analisti concordavano sul fatto che Apple dominasse il settore dei computer di fascia alta. Di tempo ne è passato ed indubbiamente il focus di Apple si è spostato sul settore mobile, la maggior parte delle risorse sono incentrate su iPhone.

Questa evoluzione si starebbe chiaramente riflettendo in favore dei PC Windows. A spiegarlo è la CFO Microsoft Amy Hood, che alla giornalista Dina Blass di Bloomberg ha spiegato come gli OEM, i produttori, stiano riscuotendo sempre più successo nel settore top, a scapito di MacBook ed affini.

Un’altra chiara indicazione di questo fenomeno la si ritrova nei ricavi di Microsoft sulle vendite delle licenze OEM di Windows, aumentate del 5% proprio grazie alla sempre ricca offerta di macchine di alto livello. In effetti i nuovi MacBook Pro hanno lasciato il mercato un po’ perplesso.

LEGGI ANCHE: Apple MacBook Pro 2016 con Touch Bar, la recensione

Nonostante l’attesa e le innovazioni non hanno lasciato il segno come altri computer Apple in passato, complice anche il prezzo alto. In effetti nel 2016 abbiamo visto tutti i principali produttori lanciare prodotti di alto profilo, con attenzione tanto al design quanto alla scheda tecnica, e anche durante il 2017, con i dispositivi arrivati al CES, il trend dovrebbe essere confermato.

La speranza è che questo maggior giro di affari porti alla crescita dell’universo software Microsoft, che in effetti con Windows 10 ha fatto un bel salto in avanti.

Via: MSPowerUser