Nuova build 15007 per Windows 10 Insider disponibile per PC e Mobile

Giuseppe Tripodi

Buone nuove per tutti gli utenti iscritti al programma Insider di Windows 10, specialmente per gli utenti mobile che non vedevano da tempo una nuova build. Nelle scorse ore Microsoft ha infatti pubblicato la nuova build 15007 di Windows 10, disponibile sia per smartphone che per PC.

Ci sono parecchie novità interessanti, alcune particolarmente ghiotte e riservate proprio ai dispositivi mobili. Riportiamo di seguito il changelog completo, tradotto dai colleghi di HDBlog da quello ufficiale pubblicato da Microsoft.

Principali novità per PC e mobile:

  • Microsoft Edge: Possibilità di condividere i tab (PC). E’ stata aggiunta la possibilità di condividere con molte applicazioni preinstallate nel PC un gruppo di tab precedentemente selezionati dall’utente.
  • Microsoft Edge: Importazione di dati (PC). E’ stata semplificata la procedura di importazione dei dati da un altro browser in Microsoft Edge. Nelle impostazioni è stato inserita l’opzione “Import from another browser” che consente di trasferire preferiti, cronologia del browser, password salvate ed altri dati da un browser installato nel PC.
    importazione-dati-microsoft-edge
  • Microsoft Edge: Nuove opzioni per i download (PC). E’ ora possibile selezionare l’opzione per avviare il contenuto di un link, senza precedentemente averlo scaricato. E’ stata inoltre aggiunga l’opzione “Save As” a quella preesistente “Save”
  • Microsoft Edge: Miglioramenti alle Web Note (PC): Sono stati aggiornati gli strumenti per inserire le note nelle pagine web mutuandoli dalla più recente versione di Windows Ink (inserita nella build 14986).
    note-edge-ink
  • Microsoft Edge: Scaling e zoom del test (Mobile): E’ ora possibile effettuare lo zoom della pagina, indipendentemente dalle impostazioni definite dal sito web, esattamente come avviene con gli altri browser web. Le pagine possono essere ora ingrandite a non meno del 500%. Di conseguenza, in Microsoft Edge non verrà più effettuato lo scaling del testo quando si attiva l’opzione di Accesso Semplificato, visto che è possibile zoomare sul testo per ottenere le dimensioni desiderate.
  • App per siti web. Cliccare i link nei siti web che supportano il web-to-app linking aprirà quella pagina nella rispettiva app
  • [In arrivo]Possibilità di scaricare temi per PC direttamente dal Windows Store (PC): Si tratta di una funzionalità non ancora funzionante nella build attuale, che, in ogni caso, introduce alcune modifiche in vista del futuro rilascio. Nelle impostazioni relative ai temi è stata inserita un’icona che rimanda alla sezione temi dello store, al momento non ancora attiva.
    temi-windows-10
  • Nuove funzioni di Cortana per riprendere il lavoro tra più PC (PC): se si utilizzano più PC e si inizia il lavoro su uno di essi, Cortana inserirà un link nell’Action Center per riprendere il lavoro sull’altra postazione (si può trattare, ad esempio, di un sito web aperto in Microsoft Edge o di un documento di SharePoint)
  • Barra di progresso nelle notifiche (PC): gli sviluppatori possono ora integrare una barra di progresso per le notifiche, utile, ad esempio, per segnalare lo stato del download di un’app
  • Miglioramenti per la barra di scorrimento nelle UWP (PC e Mobile): sono stati introdotti affinamenti all’interazione con la barra di scorrimento con specifico riferimento all’interazione tramite il mouse: la barra appare solo quando è necessaria, dando maggiore spazio all’interfaccia. I miglioramenti possono essere sfruttati da qualsiasi app che utilizza il Windows 10 Creators Update SDK
  • Miglioramenti a Windows Hello (PC): è stata introdotta una guida visiva che traccia il volto in tempo reale, mostra una barra di progresso migliorata, e fornisce feedback per impostare rapidamente le opzioni per l’accesso tramite riconoscimento facciale.
  • Bandiera arcobaleno: Microsoft ha introdotto una nuova bandiera arcobaleno – simbolo delle diversità – nei font delle emoji e nella tastiera
    bandiera-arcobaleno-windows-10
  • Nuove API Blueooth (PC e mobile): si tratta della prima build con possibilità di provare le nuove API che abilitano connettività GATT Server, Bluetooth LE Peripheral role e Bluetooth LE unpaired. Per sfruttare le nuove API, gli sviluppatori interessati dovranno scaricare l’SDK aggiornato (versione 15003 o superiore).
  • Miglioramenti per lo strumento di cattura screenshot (PC): E’ possibile catturare la schermata utilizzando solo la tastiera. E’ sufficiente premere ALT + N, selezionare l’area desiderata e premere invio. Per selezionare l’area si possono usare i tasti cursore, insieme alla barra spaziatrice o al tasto invio. Il nuovo sistema di selezione dell’area da catturare funziona anche con la nuova combinazione di tasti Win + Shift + S.

Novità riservate alla versione mobile:

  • Sincronizzazione delle impostazioni utilizzando Azure Active Directory (ADD) Identity: gli smartphone con l’Enteprise State Roaming attivo possono procedere alla sincronizzazione di password, profili Wi-Fi, preferiti del browser, liste di lettura di Edge, e altri dati tra desktop e mobile. Per sfruttare le nuove funzionalità, le opzioni di sincronizzazioni devono essere attive sia sullo smartphone, sia sul desktop (Impostazioni > Account > Sincronizza le tue impostazioni)
  • Ripristino delle app: Microsoft estende anche a Windows 10 Mobile una feature introdotta con Windows 10 Anniversary Update, ovvero la possibilità di ripristinare le app al loro stato originale. Ciò vale per le UWP: seguendo il percorso Impostazioni > Sistema > Storage, individuare l’app e selezionare il pulsante “Reset” (Ripristina) per cancellare la cache dell’app e ripristinarla allo stato in cui è stata installata – senza necessità di procedere ad un nuovo download
  • Cortana può controllare la riproduzione dei file musicali. La funzione è attualmente disponibile solo in USA e UK, la compatibilità è inizialmente limitata ai servizi di iHeartRadio e TuneIn Radio. Durante l’ascolto, tramite input vocale, l’utente può controllare la riproduzione e il volume.
  • Cortana è in grado di effettuare il riconoscimento dei brani musicali anche nel mercato cinese
  • Possibilità di accedere a Cortana utilizzando l’Azure Active Directory (ADD) Identity, piuttosto che l’account MSA
  • Sono state aggiunte più opzioni per inserire promemoria ricorrenti tramite Cortana: sono ora presenti le nuove opzioni “Ogni mese” o “Ogni anno”
  • Pagamenti Web: Microsoft Edge introduce un supporto preliminare per la nuova Payment Requesst API, che consente ai siti di effettuare più rapidamente il checkout utilizzando le informazioni su pagamenti e consegna contenuti nel Microsoft Wallet. Si tratta di un supporto iniziale offerto agli sviluppatori, in vista di una distribuzione su più ampia scala della nuova funzionalità.
  • Leggibilità migliorata per le app UWP in modalità a contrasto elevato: per raggiungere l’obiettivo, Microsoft ha aggiornato il framework XAML al fine di visualizzare un livello opaco dietro al testo e costringere l’interfaccia utente semi-trasparente ad essere completamente opaca. Questi affinamenti – già presenti con la build 15002 per PC – sono applicati per default nella modalità ad alto contrasto ed attive in tutte le app XAML presenti nello store – gli sviluppatori possono comunque decidere di disattivarle utilizzando il Windows 10 Creators Update SDK.
  • Impostazioni più semplici da individuare: la pagina delle impostazioni contiene informazioni aggiuntive sul lato destro o nella parte bassa (dipende dalle dimensioni della finestra) con link al supporto, ai feedback e ad a qualsiasi altra impostazione correlata, se disponibile. Le impostazioni relative alle app, inoltre, sono state spostate in una sezione separata, “Apps”
  • Impostazioni dispositivo aggiornate: La nuova sezione relativa alle impostazioni del dispositivo combina le pagina dei dispositivi Bluetooth e Connessi per offrire un unico luogo in cui gestire periferiche e dispositivi. E’ stata inoltre aggiunta la possibilità di disconnettere e riconnettere i dispositivi audio Bluetooth direttamente dalla pagina Impostazioni e aggiornata la procedura per aggiungere la connessione ad un nuovo device.
  • Nuova opzione per mettere in pausa gli aggiornamenti: Gli aggiornamenti possono essere messi in pausa, sino ad una durata massima di 35 giorni.

Se volete leggere di più, anche in merito a problemi noti e fix minori, vi rimandiamo al link in fonte.

Via: HDBlogFonte: Windows