NVIDIA non ha ancora annunciato le sue nuove GPU, ma ci fa capire di cosa saranno capaci (video)

Vezio Ceniccola

Non sappiamo ancora se le nuove GPU a marchio NVIDIA in arrivo nel prossimo futuro saranno basate sull’architettura Volta o sulle eventuali Ampere o Turing, ma sembra che l’azienda americana sia già al lavoro sulle funzionalità esclusive ad esse dedicate.

Durante l’ultima Game Developers Conference 2018 tenutasi a San Francisco, la società ha dichiarato che le schede grafiche con architettura Volta o future generazioni potranno godere di alcune particolari funzionalità della tecnologia GameWorks, in particolare dedicate al Ray Tracing in tempo reale e al supporto dell’altrettanto nuovo sistema RTX, compatibile con le tecnologie Microsoft DirectX Raytracing.

Nello specifico, si tratta di nuove tecnologie per il miglioramento della resa grafica nei videogiochi e nelle applicazioni multimediali, che simulano quello che accade con la vista umana per offrire immagini più realistiche, colori più fedeli e dettagli ancora più raffinati, ottimizzando l’impatto sulle prestazioni e arrivando a prestazioni visive di livello cinematografico.

Tra i partner di sviluppo di NVIDIA si contano già Microsoft, EA, Epic Games, Unity, 4A Games e Remedy, ma la lista dovrebbe ulteriormente allungarsi col passare del tempo.

LEGGI ANCHE: GeForce Now su PC: la nostra prova

Resta ancora da capire quali saranno le GPU che potranno sfruttare queste nuove ed incredibili tecnologie, ed è proprio questa la curiosità più difficile a cui dare risposta.

Come già detto nelle scorse settimane, l’annuncio delle nuove schede video della serie GTX è atteso entro la fine di marzo, con un possibile lancio sul mercato ad aprile, ma staremo a vedere se NVIDIA deciderà realmente di fare la sua mossa, visto che ormai abbiamo già scavallato la metà del mese.

Via: EngadgetFonte: NVIDIA