Nvidia obbliga i produttori di laptop ad essere più trasparenti riguardo alle prestazioni delle GPU

Filippo Morgante

Nvidia, azienda leader nel settore della grafica, sta espressamente chiedendo alle aziende che vendono portatili equipaggiati con i suoi nuovi chip grafici RTX serie 30 di essere il più trasparenti possibili riguardo alla potenza che le persone potranno sfruttare. Sulle pagine online relative a questi dispositivi, dovranno quindi essere indicate statistiche come frequenza di clock e potenza richiesta.

LEGGI ANCHE: Recensione Samsung 870 EVO: c’è ancora mercato per gli SSD SATA 2,5″?

La dicitura Max-Q non sarà più sufficiente, in quanto ora è utilizzata solo per comunicare che un computer portatile con una GPU RTX serie 30 è dotato di caratteristiche di efficienza come Whisper Mode 2, Dynamic Boost 2 e Advanced Optimus.

Secondo Nvidia questa mossa dovrebbe aiutare gli acquirenti ad effettuare acquisti consapevoli. Condividendo queste specifiche, le aziende possono rendere molto più facile per i consumatori capire come sia possibile che in alcuni casi, una RTX 3070 possa superare una RTX 3080 dello stesso produttore. Dal momento che il marchio Max-Q non indica più le capacità di potenza di una GPU, mostrare clock e potenza richiesta sarà molto utile. Alcuni produttori, tra cui Asus, hanno già iniziato a seguire queste indicazioni.

Via: The Verge