Presto memorie flash 1.000 volte più veloci grazie ad Intel 3D XPoint

Presto memorie flash 1.000 volte più veloci grazie ad Intel 3D XPoint
CosimoAlfredo Pina
CosimoAlfredo Pina

Al momento tra le alternative più veloci per l'archiviazione di dati rientrano senz'altro i dischi SSD, o comunque le memorie basate su chip a stato solido. Presto queste componenti potrebbe presto diventare fino a 1.000 volte più performanti grazie al lavoro di Intel e Micron.

Le due aziende hanno infatti presentato in questi giorni i chip 3D XPoint, delle memorie che abbandonano il concetto NAND, adottando una struttura 3D intrecciata che permette di effettuare operazioni di lettura e scrittura su una singola cella, piuttosto che sull'intero blocco.

style="padding-left: 30px"

Proprio per il fatto che queste memorie permettono l'accesso alla singola cella si rivelano fino a 1.000 volte più veloci e fino a cento volte più longeve; a completare le interessanti potenzialità di questi chip anche una densità di dati 10 volte superiore alle attuali tecnologie, quindi maggiori capacità a parità d'ingombro.

Intel ha spiegato come i chip 3D XPoint siano già in produzione e come questi, anche se è impossibile dire quando saranno implementati, potrebbero presto rivoluzionare le performance su computer, smartphone e qualsiasi altro dispositivo dotato di memoria flash.

Via: Engadget

Commenta