Microsoft promette più attenzione alla privacy con il Fall Creators Update di Win 10

Cosimo Alfredo Pina

La questione privacy su Windows 10 è costata a Microsoft qualche “tirata di orecchie” dall’Unione Europea ed infatti già con il Creators Update questo aspetto è stato più curato. Il Fall Creators Update potenzierà ancora di più la tutela della privacy con diverse novità, annunciate da Microsoft direttamente sul blog di Windows 10.

Durante la configurazione iniziale di un dispositivo sarà direttamente presentato il Privacy Statement (informazioni sul trattamento della privacy) e sarà possibile configurare impostazioni specifiche per localizzazione, riconoscimento vocale, pubblicità e diagnostica.

LEGGI ANCHE: Tutte le novità del Windows 10 Fall Creators Update

Potenziato anche il sistema di permessi, quello che fino ad ora avverte l’utente sull’uso dei dati sulla posizione; con il Fall Creators Update all’apertura di un’app sarà richiesto esplicito consenso anche per l’accesso alla webcam o fotocamera, microfono, contatti, calendari e non solo.

Inoltre l’utente potrà decidere se ridurre al minimo l’invio di dati diagnostici ai server Microsoft, quelli che vengono utilizzati dall’azienda per identificare eventuali problemi con il sistema operativo. Ulteriori rifiniture che rendono Win 10 più a misura di utente, insieme alle tante altre novità che arriveranno a partire dal prossimo 17 ottobre.