Qualcomm resta fedele alla mobilità e rilancia sui device always connected

Nicola Ligas

Durante un evento tenutosi quest’oggi a Londra, Qualcomm ha ribadito il suo impegno nel settore mobile, non tanto quello degli smartphone in questo caso, quanto quello dei PC always on, always connected. Niente ambizioni desktop: Qualcomm è e resta fedele al settore della mobilità. La punta di diamante al momento è lo Snapdragon 850, che è sostanzialmente una versione overcloccata dell’835, che gira esclusivamente su Windows 10, e promette fino a 25 ore di uso.

Si tratta di limiti fortemente condizionati dall’utilizzo. La riproduzione di video, per esempio, è particolarmente ottimizzata, ed anche la cattura, con il supporto al 4K. Ma il vero punto forte di questi dispositivi è il fatto di collegarsi alla rete mobile, e di avere sempre quindi internet a portata di mano, senza impattare in modo disastroso sulla batteria. Parliamo di Gigabit LTE, grazie al modem X20, quindi connettività alla massima velocità. E se siete preoccupati dei costi di connessione, ASUS e TIM proporranno un bundle dal 20€ al mese.

Sebbene al momento i pochi dispositivi in vendita abbiano Windows 10 S, passare alla versione Pro è gratuito e richiede pochi minuti. E nonostante si tratti di un chip ARM, potrete utilizzare tutte le app Windows che volete, senza limitazioni. Ne riparleremo comunque a breve, perché abbiamo in prova proprio uno di questi device, e siamo pronti a stressarlo a dovere.