Miglior MacBook Aprile 2024: quale portatile di Apple è più adatto a te

I MacBook sono pochi come numero, ma in realtà sono anche molto diversi tra loro, e spesso i precedenti modelli rimangono validissimi. Con la nostra guida all'acquisto saprete sempre come orientarvi.
Nicola Ligas
Nicola Ligas Tech Master
Miglior MacBook Aprile 2024: quale portatile di Apple è più adatto a te

Quale MacBook Scegliere ad aprile 2024? Dopo l'introduzione degli Apple Silicon, sono in molti a volersi (ri)avvicinare ai portatili dell'azienda di Cupertino. E allora tiriamo le fila su quella che è la line-up attuale, per aiutarvi a scegliere il MacBook giusto per le vostre esigenze. Se cercaste una guida più generale al mondo Mac, dovete per forza leggere la nostra pagina dedicata.

Apparentemente, con soli 2 modelli, scegliere il MacBook da comprare può sembrare facile. In realtà, per ciascuno di questi, ci sono diverse cose da tenere in considerazione, che possono far variare anche molto sensibilmente il prezzo finale e lo scopo stesso di ciascun portatile.

Indice

Miglior MacBook Economico

I MacBook si dividono in due rami principali: Air e Pro. Per ciascuno di questi ci sono poi tre generazioni di Apple Silicon, chiamate M1, M2 ed M3, ciascuna poi con diversi tipi di processori diversi.

Per l'utente medio, interessato alla produttività generale e al risparmio, gli M1 vanno già bene.

Ecco quindi che la scelta dei migliori MacBook economici è praticamente forzata sui vari modelli di MacBook Air, ma chiariamo che non state rinunciando a nulla se non principalmente alle prestazioni nel tempo (nel senso che i Pro sono fatti per sopportare più a lungo carichi di lavoro intensi), che sono comunque molto buone anche nei modelli con M1, e in grado di soddisfare non solo gli utilizzi più comuni, ma anche qualcosa di più.

Inoltre, MacBook Air vantano un'autonomia superiore ai modelli Pro, che sono anche più grandi e meno "portabili". Non si tratta insomma di una seconda scelta, ma di macchine in grado di regalare soddisfazioni alla maggior parte degli utenti.

Attenzione però al prezzo: MacBook Air è irresistibile sotto ai 1.000 euro, ma non è più molto facile trovarlo a queste cifre, tipiche dei modelli con M1, perché sono spesso non disponibili.

È probabile che sia l'anticamera del pensionamento, ma aspetteremo di esserne sicuri prima di toglierlo del tutto. Inutile dire che se lo trovaste ad 899€, cifra a cui spesso si trovava nei mesi scorsi, è ancora un autentico best buy. In alternativa vi lasciamo anche il modello con M2, che logicamente è un po' più potente, ma costa anche di più.

Miglior MacBook Qualità / Prezzo

Vale un po' lo stesso discorso del paragrafo precedente: il MacBook con il miglior rapporto qualità / prezzo è MacBook Air 2020 M1; il problema è trovarlo. C'è però da sottolineare che qui parliamo di qualità / prezzo, e allora ecco che anche un MacBook Pro 14 potrebbe farsi interessante, per chi voglia prestazioni maggiori, e display di qualità superiore.

Vi lasciamo quindi qui sotto alcune alternative, un po' soggette alla disponibilità altalenante su Amazon. Mai come in questo caso comunque vale il discorso "offerta": i nuovi modelli con chip M3 sono chiaramente più difficili da trovare scontati, mentre sui precedenti si possono fare buoni affari; occhio solo al fatto che alcuni di questi modelli a volte sono usati / ricondizionati.

MacBook Air

MacBook Air 13 M1 2020

A novembre 2020, per la seconda volta nel corso dello stesso anno, Apple ha rinnovato il MacBook Air, questa volta in modo radicale. Non parliamo a livello estetico, ma in senso hardware, con l'introduzione del nuovo "processore" Apple Silicon M1.

Si tratta di un cambiamento radicale, che eleva il MacBook Air ad un livello mai visto prima, tanto da andare ad insidiare il segmento Pro.

Per di più, oltre alle maggiori prestazioni c'è anche una maggiore autonomia; del tipo che potrete lavorare anche 10 ore senza troppe rinunce. E se questo non bastasse, il prezzo di lancio è anche lievemente più basso del modello precedente.

Da allora sono passati tanti anni, e ormai MacBook Air M1, che vanta ancora il "vecchio" design (bellissimo, a mio modesto parere - NdR) è quasi introvabile

A chi è consigliato

MacBook Air con M1 è il MacBook per "nostalgici" dell'iconico design dell'Air (o per chi odi il notch), e per chi non abbia particolari pretese dal punto di vista delle prestazioni.

Fermo restando che con Air M1 riuscirete a navigare tranquillamente in ogni situazione, oltre a poter usare tutti i software di uso più comune, è chiaro che, essendo un modello ormai fuori produzione si rivolge principalmente al pubblico più attento al portafogli.

Quale MacBook Air con M1 scegliere

Ormai non è tanto una questione di quale modello scegliere, ma se lo trovate o meno. Su Amazon si trovano spesso ricondizionati, a cifre anche inferiori agli 800 euro. A nostro parere, per questo prezzo, rimane un ottimo affare anche nel 2024.

MacBook Air 13 M3 2024

A marzo 2024, Apple ha aggiornato MacBook Air con i processori M3. A netto del nuovo processore, non è cambiato quasi nulla, salvo per il passaggio al Wi-Fi 6E e per il nuovo processo di produzione del colore "mezzanotte", che mira a ridurre le impronte digitali.

Il risultato è un notebook ancora più potente di prima, che nonostante l'assenza di ventola riesce a regalare prestazioni molto elevate, anche grazie alla nuova GPU.

Il listino parte da 1.349€ per il 13 pollici e 1.649€ per il 15 pollici, ma può arrivare ben oltre i 2.000€, con i vari (cari) upgrade.

A chi è consigliato

MacBook Air con M3 è indicato per chi voglia il MacBook più sottile e leggero, oltre che economico. Ma non fatevi ingannare: Air M3 offre prestazioni superiori a molti ultrabook con Windows, anche con Intel di 13ma generazione, ed è quindi adatto a tantissimi utilizzi differenti.

Quale MacBook Air 2024 con M3 scegliere

Il modello base, con 256 GB, non ha un SSD più lento degli altri, quindi se lo spazio vi bastasse acquistatelo senza remore. Dobbiamo specificare questo fatto perché nei modelli precedenti non era così.

Detto questo, MacBook Air M2 e anche M1 rimangono validissime alternative, quindi se li trovaste in offerta, o semplicemente per risparmiare un po', acquistateli senza remore.

MacBook Air 15 M3

Il modello da 15 pollici di MacBook Air è rivolto principalmente a chi voglia uno schermo più grande.

Non ci sono altre differenze tecniche tra i due modelli, fatta eccezione per la capacità della batteria differente (52,6 contro 66,5 Wh: non pochissimi).

Lo schermo è passa infatti da 13,6'' a 15,3'', sempre IPS, a risoluzione 2.880 × 1.864 pixel, con 500 nit di luminosità massima. Per il resto si tratta in pratica dello stesso modello da 13 pollici: stesso processore M2, stesso quantitativo di memoria unificata (massimo 24 GB), stesso spazio di archiviazione (massimo 2 TB). Connettività Wi-Fi 6E e Bluetooth 5.3, per un peso complessivo di poco superiore al chilo e mezzo, che in effetti sono piuttosto pochi per un 15 pollici di questa solidità.

Il listino parte da 1.649€ (con 8/256 GB) ma può arrivare anche oltre i 3.000€, andandosi pericolosamente a sovrapporre al MacBook Pro 14, in alcune configurazioni. Attenzione al fatto che il MacBook Air 15 "base" non è del tutto identico al 13 pollici base: la GPU ha un paio di core in più.

A chi è consigliato

MacBook Air 15 è consigliato agli stessi utenti interessati al modello da 13 pollici, dato che dal punto di vista delle prestazioni sono identici, ma in particolare a chi voglia maggiore spazio a schermo. 

Quale MacBook Air 15 scegliere

Come già sottolineato, il modello base non ha SSD più lento, quindi non ci sono problemi dal quel punto di vista. Su Air 5 abbiamo però il chip M3 con CPU a 8 core e GPU a 10 core, mentre il 13 pollici parte da 8 core per CPU e GPU. 

Sono importanti quei due core in più sulla grafica? Per chi non faccia appunto uso di programmi dedicati, no, non sono importanti. Questo vuol dire che il miglior rapporto qualità/prezzo, per tanti utenti, starà nel 13 pollici.

Ovvio però che se 13 pollici fossero pochi, non ci sono alternative. Attenzione come sempre agli upgrade di memoria perché costano parecchio.

Dimensioni e leggerezza sono insomma la sua chiave di lettura: se volete un 15 pollici Apple che sia il più leggero possibile questa è la scelta, altrimenti valutate altre opzioni, magari con M2.

MacBook Pro 13

MacBook Pro 13 M1 / M2 (fuori produzione)

Questo modello è stato definitivamente rimpiazzato dai MacBook Pro 14 e 16. Ve ne sconsigliamo l'acquisto, al netto di offerte irresistibili.

MacBook Pro 14

MacBook Pro 14 M2 è stato da poco affiancato dai nuovi modelli con SoC M3, e rappresenta il punto d'ingresso più economico nel mondo dei portatili professionali di Apple. Attenzione però: se sulla carta gli Apple Silicon sono davvero notevoli e offrono performance per watt al vertice del mercato, dall'altra dovete sempre assicurarvi che i software che vi interessano davvero a scopo professionale girino al meglio con questa architettura, anche nei confronti di soluzioni apparentemente meno potenti.

Per il resto MacBook Pro 14 è praticamente irreprensibile. Solida costruzione, tante porte di comunicazione, touchpad insuperato, tastiera rinnovata e senza touchbar, schermo ampio (peccato per il notch), luminosissimo (fino a 1.600 nit con contenuti HDR) e a 120Hz con tecnologia ProMotion che regola dinamicamente il refresh a seconda del contenuto.

Impossibile non apprezzarlo in qualsiasi contesto vogliate. In più negli ultimi modelli abbiamo anche Wi-Fi 6E, Bluetooth 5.3 ed HDMI 2.1. La versione con chip M3 ha un display più luminoso in SDR (600 contro 500 nit), ma per il resto, al netto del processore, sono identici.

A chi è consigliato?

A chiunque voglia maggiori performance rispetto a quelle ottenibili con la serie Air, priva di ventole di raffreddamento.

Quale MacBook Pro 14 scegliere?

Con l'uscita dei nuovi modelli con M3 le cose si complicano. I vecchi sono da prendere in considerazione, a parità delle altre caratteristiche, solo con una differenza di prezzo congrua (e al momento non la vediamo). Tra i nuovi modelli il più bilanciato è quello con M3 Pro, ma in molti casi anche il semplice M3 potrebbe andare bene, soprattutto a chi non badi eccessivamente alle prestazioni ma voglia solo una macchina più performante con carichi prolungati.

M3 Max è solo per usi estremamente professionali, per gli utenti più esigenti.

MacBook Pro 16

MacBook Pro 16 è il gemello più grande del 14'' e si è ripreso il posto che gli spetta nell'olimpo dei portatili Apple. Valgono per lui le medesime considerazioni viste in precedenza, visto che è davvero solo la versione allargata del 14 pollici, che in più, oltre alle dimensioni, vanta anche una maggiore autonomia.

A chi è consigliato

MacBook Pro 16 è un computer per professionisti, per chi sa cosa sta comprando. Del resto certe cifre non si spendono tanto alla leggera in generale, ma nel suo caso acquisterete una macchina completa a tutto tondo, come ce ne sono poche in circolazione. Perché preferirlo al Pro 14? Per le dimensioni più generose del display e la maggiore autonomia. A parità di configurazione, i due notebook dovrebbero di fatto essere identici come prestazioni.

Quale MacBook Pro 16 scegliere

La versione base con M3 Pro da 3.099€ ed è già ben equipaggiata, e quella consigliata a chi voglia prima di tutto un grande schermo.

Per passare ad M3 Max occorre spendere cifre davvero molto importanti. Al solito, i modelli con SoC M2 vanno presi in considerazione solo in presenza di grandi offerte (che al momento non troviamo).

LEGGI ANCHE: Recensione MacBook Pro 16 M2 Pro

Come Scegliere un MacBook

Ormai la transizione ad Apple Silicon è così avanzata che possiamo scegliere tra più generazioni di processori: ci sono infatti gli M1,  gli M2 e gli M3. Il passaggio da uno all'altro porta con sé maggiori performance ma anche maggiore efficienza energetica, e può valere la pena per avere la versione più aggiornata, ma solo a un certo prezzo (che dovete decidere voi in base alle vostre esigenze / budget). Inoltre, un altro aspetto importante, è che tutti gli ultimi MacBook 14 e 16 hanno almeno 512 GB di spazio di archiviazione.

Detto questo però, ci sono diverse differenze importanti tra i vari MacBook, non solo in termini di prezzo.

Ecco quindi, per ciascuno degli ultimi modelli attualmente in commercio, quale secondo noi dovreste scegliere, in base al vostro budget e alle vostre esigenze. Perché non esiste il MacBook migliore in assoluto, ma solo quello più adatto a ciascun utente. Ultima nota velocissima prima di iniziare: le colorazioni grigio siderale e oro sono molto belle, però un po' più prone all'usura. Stateci attenti se doveste preferirle, altrimenti sappiate che il classico color argento resiste meglio ai segni del tempo.

Sugli ultimi modelli con M3 debutta inoltre il nero siderale, una inedita colorazione che promette anche di non trattenere le impronte digitali, disponibile però solo sui modelli più potenti.

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un'affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato. Tutti i prodotti descritti potrebbero subire variazioni di prezzo e disponibilità nel corso del tempo, dunque vi consigliamo sempre di verificare questi parametri prima dell’acquisto.