Questo mini portatile gaming ha gli ultimi processori Intel o AMD

Questo mini portatile gaming ha gli ultimi processori Intel o AMD
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

Schermo da 10,1 pollici con risoluzione Quad HD+ (2560 x 1600), processori Intel Core i7-1280P o AMD Ryzen 7 6800U e una buona dotazione di porte, tra cui HDMI e Thunderbolt 4 (versione Intel) o USB4 (versione AMD). A questo mini portatile Windows non manca proprio nulla.

Appena rivelato da GPD, azienda cinese che produce mini console Android e Windows, il Win Max 2 migliora il precedente modello in quasi tutto. Migliori processori, schermo più grande senza aumentare di molto le dimensioni grazie alle cornici ridotte e anche un peso minore.

Come detto, il mini portatile viene in due versioni. Il modello Intel dispone del top delle CPU dell'azienda per PC ultraportatili, con 14 core, 20 thread e un TDP di base di 28 W che può arrivare fino a 60 W. Sul fronte GPU, si affida alla grafica integrata Iris Xe, invariata rispetto ai processori di 11esima generazione. 

Il modello AMD promette prestazioni simili alla Steam Deck, grazie al processore AMD Ryzen 7 6800U che si basa sull'architettura Zen3+ ed è dotato di 8 core e 16 thread, oltre alla grafica integrata Radeon Graphics 600M.

Queste le specifiche complete:

  • schermo 10,1 pollici Quad HD+ (2560 x 1600)
  • processori  Intel Core i7-1280P o AMD Ryzen 7 6800U
  • schede integrate Intel Iris Xe o AMD Radeon Graphics 600M
  • 16GB or 32GB of LPDDR5 RAM (fino a 5200 MT/s sul modello Intel o fino a 6400 MT/s su quello AMD)
  • SSD PCIe Gen 3 M.2 2280 da 1 TB o 2 TB integrato, con un secondo slot M.2 2230 facilmente raggiungibile, che si può usare anche per un modem LTE
  • batteria da 65Whr
  • dimensioni: 228mm x 167mm
  • porte: 2 USB A sul lato, dietro: USB A, HDMI, USB C sul retro, di cui 1 è USB4 sui modelli AMD mentre su quelli Intel è Thunderbol 4
  • microSD e SD

Ancora non si sanno i prezzi, quando il dispositivo sarà disponibile o quando inizierà la campagna Indiegogo, ma vi aggiorneremo appena lo sapremo.

Mostra i commenti