Rosetta 2 ha le ore contate sui Mac M1 di alcune regioni? A rivelarlo è la beta macOS 11.3

Federica Papagni

L’utilità di Rosetta 2 sui Mac costruiti sui nuovi processori M1 è riconosciuta dal fatto che permette a questi di poter eseguire app x86 create per un Mac basato su Intel. Però, stando a quanto scoperto dando una scorta al codice della beta di macOS 11.3, Apple starebbe per disabilitare Rosetta in alcuni paesi.

Ad individuare le stringhe di codice incriminanti all’interno nella beta è stato Steve Moser di Macrumors, le quali riportano chiaramente l’intenzione di rimuovere Rosetta a seguito dell’aggiornamento e che in virtù della sua non disponibilità nella regione, tutte le applicazioni che richiedono Rosetta non potranno più essere eseguite.

LEGGI ANCHE: Come giocare ai titoli Steam multiplayer locale con amici a distanza anche se non hanno il gioco

Non è stata ancora spiegata da Apple la motivazione alle spalle di quanto finora dichiarato, ma è probabile che le ragioni debbano essere associate a motivi legali o di copyright. Per conoscere maggiori dettagli sulla questione dovremo aspettare commenti da parte dell’azienda di Cupertino, perciò rimanete sintonizzati per non perdervi nuovi aggiornamenti.

 

Via: Macrumors
  • HabemusFerdo

    assurdo, hanno creato un tool ideale, che stacca di 10 anni i vari tool di emulazione precedenti, hanno rassicurato così gli utenti indecisi,e puff, lo tolgono

  • Marco

    L’eliminazione di Rosetta, seppur solo in determinate regioni è davvero privo di senso.