È stato scoperto il primo malware compilato appositamente per i chip Apple Silicon (aggiornato)

È stato scoperto il primo malware compilato appositamente per i chip Apple Silicon (aggiornato)
Filippo Morgante
Filippo Morgante
Aggiornamenti

I primi dispositivi dotati di processori Apple Silicon hanno fatto la loro comparsa sul mercato solo qualche mese fa, ma dopo così poco tempo è già stato scovato un primo malware. Ad effettuare la scoperta è stato l'ex ricercatore della NSA Patrick Wardle, proprio colui che aveva recentemente lodato Apple per la sicurezza del suo chip M1.

Wardle ha rivelato al mondo l'esistenza di GoSearch22.app, una versione del virus Pirrit con codice scritto nativamente per chip M1.

Lo scopo degli hacker che hanno ricompilato questo malware era quello di proporre annunci e raccogliere dati dal browser alle spalle degli ignari utenti.

La creazione di questo malware per i nuovi chip di Apple è preoccupante sia per il fatto che questi codici malevoli si adattano in risposta ai cambiamenti hardware, che per l'elevato numero di antivirus attualmente presenti sul mercato non ancora in grado di rilevare tale minaccia. Apple per ora ha deciso di revocare il certificato dello sviluppatore in modo tale che il virus non possa essere eseguito.

Aggiornamento 21/02/2021

Sembrerebbe che oltre al malware precedentemente segnalato ce ne possano essere altri creati appositamente per i Mac basati su chip M1 di Apple. In particolare, il gruppo di malware che sarebbe arrivato su questi dispositivi prende il nome di Silver Sparrow. Non è ancora chiaro quale sia lo scopo di questi malware, al momento latenti in dei file nominati "update.pkg" e "updater.pkg".

Commenta