Scovato un nuovo malware per Mac sia Intel che M1, ma al momento non c’è da preoccuparsi

Vito Laminafra -

Nel corso degli anni, macOS ha assunto la nomea di sistema operativo super sicuro, data lo scarso numero di virus e malware sviluppati per la piattaforma di Apple, nonostante anche i Mac siano comunque soggetti a minacce del genere.

LEGGI ANCHE: Apple porta la sicurezza di iPhone sui Mac M1

Recentemente è stato scoperto dai ricercatori di Red Canary un nuovo malware, Silver Sparrow, che sarebbe già installato su oltre 30 mila computer Apple, in maniera del tutto invisibile per l’utente, e avrebbe la capacità di autodistruggersi senza lasciare tracce nel computer. La particolarità di tale software è però il fatto che non ci sono prove che sia stato utilizzato per compiere azioni dannose.

Apple è stata già informata di quanto accaduto ed è subito corsa ai ripari: è stata infatti bloccata subito l’installazione del malware revocando i certificati dell’account sviluppatore, che quindi adesso avrà molte difficoltà a diffondersi. Sono state scovate diverse varianti di Silver Sparrow, che colpiscono sia Mac con processore Intel che con processore M1, ma il fatto che non vi siano tracce che confermino un pericolo per la sicurezza può far ben sperare gli utenti macOS, anche se ovviamente consigliamo di prestare particolare attenzione durante l’installazione di programmi o aprendo file di dubbia provenienza.

Se avete basi di programmazione legate al mondo macOS, vi consigliamo di dare uno sguardo alla pagina di Red Canary, in cui è spiegato precisamente come il malware è sviluppato e come funziona nello specifico.

Via: The Verge, MacRumorsFonte: Red Canary