Qualcomm Snapdragon 850: più potenza, IA ed LTE a 1,2 Gbps per Windows 10 (foto)

Cosimo Alfredo Pina -

Alle porte del Computex 2018 ecco un primo grande annuncio per quel che riguarda il mondo PC. Qualcomm svela infatti il suo nuovo SoC dedicato ai notebook Windows 10, Snapdragon 850.

Il chip è l’evoluzione di quanto già visto l’anno scorso sui primi PC Win 10 basati su architettura ARM. Questa volta però Qualcomm ha scelto di differenziare la line-up con un prodotto esclusivamente dedicato a notebook e convertibili, che quindi non vedremo sugli smartphone.

Nonostante questa differenziazione lo Snapdragon 850 è comunque basato sull’hardware dell’845, chip usato sui telefoni top gamma di ultima generazione, con però qualche accorgimento che promette più potenza di calcolo e versatilità in termini di connessione.

LEGGI ANCHE: Snapdragon 1000, il prossimo potente SoC per Windows 10?

Il focus dell 850 resta comunque lo stesso del “vecchio” 835 per notebook, ossia un’esperienza votata all’autonomia e alla connessione costante. Tutto quello offerto dalla precedente generazione lo ritroviamo su questa nuova: always-on (con standby connesso), sempre connesso, design sottile e autonomia ben oltre quella dei normali PC x86.

In più questo Snapdragon 850 aggiunge un modulo per l’IA, miglior supporto ai contenuti multimediali, modem Gigabit LTE fino a 1,2 Gbps (invece di 1 Gbps), autonomia di “più giorni” e potenza di calcolo superiore del 30% (anche sui carichi grafici), grazie alla CPU Kyro 385 che raggiunge i 2,95 GHz.

Soffermandosi sul multimediale troviamo forte attenzione sul comparto audio con supporto a Qualcomm Aqstic, aptX/aptX HD e Virtual Surround. Per quanto riguarda i video c’è, come sull’835, il supporto alla riproduzione dei video 4K (HDR incluso), mentre è inedita la registrazione in questo formato.

LEGGI ANCHE: Windows 10 April 2018 Update

Il tutto perfettamente integrato con le ultime novità di Windows 10. L’April 2018 Update permette di far girare sui dispositivi Snapdragon 850 la versione 64-bit di Edge, offre migliore compatibilità con le app e l’integrazione con l’SDK Win32 a 64-bit per far girare app native ARM64.

Un’interessante evoluzione di quello che è stato uno degli annunci più importanti dell’anno scorso per quanto riguarda il mondo notebook. Vedremo, probabilmente già durante questo Computex 2018, quali saranno i primi notebook, convertibili e tablet 2-in-1 a montare questo SoC.