Tante novità per Windows 10 e il browser Edge: ce n’è per tutti, sia utenti che sviluppatori (video)

Matteo Bottin

Durante l’evento Build 2020 Microsoft ha annunciato tantissime novità riguardanti il suo settore informatico, ovvero quello dedicato a Windows 10 e al suo browser Edge. Fortunatamente non si è parlato solamente di sviluppatori: anche gli utenti riceveranno qualche interessante chicca.

Microsoft Edge

Partiamo con il browser di Microsoft, il quale ha ricevuto le modifiche più interessanti per gli utilizzatori finali. Parliamo in particolare dell’integrazione in Collections di Pinterest, la quale permette non solo di organizzare al meglio le informazioni trovate sulla famosa piattaforma, ma anche di condividerla rapidamente con altri servizi, come OneNote.

Ma c’è anche un’altra interessantissima novità che farà felice chiunque faccia molte ricerche sul web: è stata introdotta una sidebar che permette di eseguire rapide ricerche partendo dal testo selezionato. Per fare un esempio: non sapete cos’è la quinoa? Nessun problema: si seleziona il testo contenente “quinoa”, si clicca con il tasto destro e si esegue la ricerca tramite la sidebar: il sito corrente rimarrà aperto, mentre una piccola finestrella ci mostra i risultati più pertinenti.

Passando agli sviluppatori e al personale IT, troviamo:

  • La preview di WebView2 si espande, includendo lo sviluppo .NET e UWP
  • Miglioramenti nel sito degli add-on permettono di cercare e trovare più facilmente nuove estensioni
  • Miglioramenti alle Progressive Web Apps, che ora sembrano sempre di più delle app desktop
  • Possibilità di testare le funzionalità sperimentali tramite il programma Origin Trials (qui per registrarsi)
  • Nuove opzioni di sincronizzazione e personalizzazione per i professionisti IT
  • Miglioramento della sicurezza dei dati con Windows Information Protection
  • Possibilità di passare rapidamente tra i profili personali e lavorativi

Maggiori informazioni riguardo questi aspetti possono essere trovati nella pagina dedicata.

Windows 10

Per quanto riguarda Windows 10, purtroppo qui troviamo pochissime novità per gli utenti finali. Certo, alla fine saranno loro a beneficiare delle novità introdotte, ma non avranno un impatto diretto e breve termine. Passiamo quindi subito alle novità per gli sviluppatori.

Forse il passo più grande lo si ha con Project Reunion, ovvero il tentativo di riunire le app Win32 e le Universal apps (UWP). L’idea di fondo è quella di permettere agli sviluppatori di creare una singola applicazione per Windows (Microsoft ora parla proprio di “Windows apps” per parlare delle UWP) e accontentare l’intero miliardo di dispositivi Windows.

Nella pratica, Microsoft combinerà le API win32 e UWP, staccandole dall’OS di riferimento. Le app esistenti potranno essere aggiornate, e nel contempo Microsoft farà in modo che tutte le API funzioneranno su tutte le versioni di Windows supportate. Insomma, gli sviluppatori potranno programmare le proprie app senza aver paura della versione dell’OS sul quale verranno usate. Le API verranno messe a disposizione tramite strumenti quali NuGet.

Correlato a Project Reunion troviamo WinUI 3, un framework UI che permette alle app di avere una interfaccia moderna che si scala automaticamente attraverso i dispositivi. Potete trovare informazioni più dettagliate riguardo questi aspetti sulle pagine di Project Reunion, WinUI e WebView2.

Ma non solo:

  • È finalmente disponibile per uso professionale Windows Terminal 1.0, quale permette di far girare qualsiasi comando eseguibile. Lo potete trovare sul Microsoft Store o nella repository GitHub.
  • Sono stati apportati miglioramenti al Windows Subsystem for Linux, abilitando l’accelerazione hardware e permettendo di eseguire direttamente una app Linux GUI
  • Sono state introdotte tante utility interessanti, come Windows Package Manager, che tramite una interfaccia a riga di comando permette la rapida installazione degli strumenti (qui trovate la repository) e Microsoft PowerToys, programma che “sostituisce” il classico comando Win+R con una ricerca più completa (lo trovate qui).
  • Microsoft ha aggiornato Windows Virtual Desktop per fare in modo che le app e i desktop virtuali siano più veloci che mai tramite la “scalatura”.
  • Microsoft 365 espande la propria integrazione con i servizi di Microsoft, quali Microsoft Search e Graph.

Maggiori informazioni riguardo questi aspetti possono essere trovati nella pagina dedicata.

Fonte: Microsoft (1), Microsoft (2)
  • Mezzina Francesco

    Edge chromium e’ browser migliore ora,parola di PCWorld!

  • Mimmo Langiano

    Rimango sempre del parere che Chrome è tutt’altra cosa

    • Mezzina Francesco

      Ma quando mai,prova il nuovo Edge chromium e poi ne riparliamo!