“The Element”: il futuro, secondo Intel, è modulare (foto)

Matteo Bottin

Sebbene i PC desktop siano modulari (potete cambiare le parti che vi interessano), il cambio di alcuni componenti può rivelarsi particolarmente tedioso. Ecco che, secondo quanto riportato da AnandTech, Intel ha deciso di mostrare ad un evento di Londra “The Element”, nuova frontiera della modularità.

Il concetto è molto semplice: l’utente finale (o l’azienda) dovrà comprare una “base” composta da slot PCIe ed inserire in questi i moduli che si vogliono utilizzare. Ogni modulo conterrebbe al suo interno un “mini computer completo”, con CPU, RAM, memoria e anche una ventola.

Non solo: le linee PCIe libere potrebbero essere utilizzate per aggiungere schede grafiche esterne, memoria aggiuntiva e tanto altro. Il vantaggio risiede nel fatto che per aggiornare il sistema basterà cambiare un singolo modulo al volo o, se preferite, aprire quello che già avete e aggiornare i componenti.

Da questo punto di vista questa soluzione potrebbe risultare economica rispetto a quelle tradizionali: la base dotata di linee PCIe potrebbe essere utilizzata “all’infinito”, mentre aggiornare le specifiche dovrebbe risultare meno costoso rispetto all’acquisto di un nuovo PC. Forse.

LEGGI ANCHE: Brain Training del Dr. Kawashima: 15 anni dopo, su Nintendo Switch

Tutto il progetto è nato dallo stesso team che sta dietro ai NUC di Intel. A differenza dei NUC, l’azienda punterà inizialmente al mondo enterprise per la commercializzazione di questa soluzione. I primi componenti reali verranno inviati agli OEM nel primo trimestre del 2020.

Via: LiliputingFonte: AnandTech