Tutti i dispositivi supportati da iOS 13, iPadOS 13, watchOS 6, tvOS 13 e macOS 10.15

Enrico Paccusse - Rimane il supporto per iPhone SE, ma non per iPhone 6 o 5S. Niente iPadOS per il primo iPad Air né per iPad mini 2 o 3.

Quello di ieri è stato uno dei WWDC più denso di contenuti di sempre. Oltre alle tante novità software introdotte, c’è stato tempo anche di presentare qualche novità hardware, come il Mac più potente mai creato, ed il primo monitor con Retina Display 6K.

LEGGI ANCHE: Con Catalyst le applicazioni iOS funzionano anche su macOS

Ciò che però a noi interessa in questo articolo è capire quali sono i dispositivi che saranno supportati dai vari sistemi operativi annunciati da Apple, a partire da iOS 13, il sistema operativo dedicato agli smartphone. Rispetto alla passata versione, vengono abbandonati i chip precedenti all’A9 (presenti su iPhone 5S, iPhone 6 e iPhone 6 Plus):

  • iPhone XS Max
  • iPhone XS
  • iPhone XR
  • iPhone X
  • iPhone 8 Plus
  • iPhone 8
  • iPhone 7 Plus
  • iPhone 7
  • iPhone SE
  • iPhone 6s Plus
  • iPhone 6s
  • iPod touch (7a gen., rilasciato appena in tempo)

I più attenti si staranno già chiedendo dove abbiamo lasciato gli iPad, solitamente appartenenti allo stesso sistema operativo. A quanto parte, anche Apple si è accorta che negli ultimi anni iOS stava diventando un limite per i tablet, soprattutto quando questi si vanno avvicinando sempre più ad un utilizzo simil-desktop, ed è quindi giunta l’ora di separare le strade e di creare un nuovo sistema operativo, iPadOS 13, che sarà supportato dai seguenti tablet:

  • iPad Pro 12,9″
  • iPad Pro 11″
  • iPad Pro 10,5″
  • iPad Pro 9,7″
  • iPad (6a gen.)
  • iPad (5a gen.)
  • iPad mini (5a gen.)
  • iPad mini 4
  • iPad Air (3a gen.)
  • iPad Air 2

Poco da dire per gli altri tre sistemi operativi:

  • macOS 10.15 Catalina: sarà disponibile su tutti  i Mac introdotti da metà 2012 in poi
  • watchOS 6: sarà disponibile su tutti gli Apple Watch ad esclusione del primo modello
  • tvOS 13: sarà disponibile sugli stessi dispositivi in cui era disponibile la precedente versione, ovvero Apple TV 4a gen. ed Apple TV 4K
Via: Neowin