È giunto il momento di Ubuntu 18.04 LTS ‘Bionic Beaver’: disponibile per il download

Edoardo Carlo Ceretti - Nuovo kernel Linux, protezione contro le vulnerabilità Meltdown e Spectre e addio Unity.

Giornata importante per gli utenti di Ubuntu, la più celebre distro del panorama Linux. È stato infatti annunciato il rilascio della nuova versione Ubuntu 18.04 LTS, nome in codice Bionic Beaver (castoro bionico, NdR). Come forse saprete, l’acronimo sta per Long Term Support, ossia supporto a lungo termine, dicitura che contraddistingue quelle release che non vengono supportate soltanto per 9 mesi, come le canoniche versioni rilasciate a cadenza semestrale, bensì per 5 anni.

Rispetto alla precedente versione LTS, ovvero Ubuntu 16.04, le novità sono tante e di rilievo. Quella che salta subito all’occhio riguarda l’ambiente desktop di default: addio Unity, bentornato GNOME. Il rinnovamento grafico interessa anche diversi programmi preinstallati, come il file manager Nautilus, il menu delle impostazioni, Ubuntu Software e altro ancora. Sotto al cofano invece, da segnalare l’implementazione del più recente kernel Linux 4.15, così come la nuova dotazione di sicurezza che mette al sicuro Ubuntu 18.04 dalle vulnerabilità Meltdown e Spectre.

LEGGI ANCHE: Google Crostini è il progetto che farà girare app Linux sui Chromebook

Rispetto a due anni fa, Canonical ha iniziato a fornire soltanto immagini a 64-bit del sistema operativo, costringendovi all’uso del Network installer nel caso voleste installare Ubuntu 18.04 LTS su una macchina con architettura 32-bit. Va inoltre sottolineato come X sia ancora il display server di default, nonostante lo sviluppo di Wayland sia a buon punto. Questo perché, trattandosi di una versione LTS, Canonical ha voluto fornire una dotazione il più stabile e rodata possibile. Potete comunque installare a parte la technical preview di Wayland, nel caso foste interessati.

Trovate la pagina da cui scaricare Ubuntu 18.04 LTS a questa pagina, anche se in questo momento il download non risulta ancora disponibile. Si tratta soltanto di una questione di ore, in serata dovrebbe essere tutto pronto, aggiorneremo l’articolo non appena ci saranno novità. In concomitanza con il nuovo Ubuntu, verranno rilasciate anche le nuove versioni di Kubuntu (KDE), Lubuntu (LXDE), Xubuntu (Xfce), Ubuntu MATE (MATE), Ubuntu Budgie (Budgie), Ubuntu Studio e Mythbuntu.

Aggiornamento27/04/2018 ore 9:00

Come accennato nell’articolo originale, ci sono volute poche ore perché Ubuntu 18.04 LTS fosse reso effettivamente disponibile per il download. A questo link trovate la versione desktop, assieme alle note di rilascio e alle indicazioni sui requisiti minimi.

Via: Liliputing