Scoperta una vulnerabilità dei chip Apple, ma non c'è da preoccuparsi

Scoperta una vulnerabilità dei chip Apple, ma non c'è da preoccuparsi
Vito Laminafra
Vito Laminafra

È stata chiamata Augury la nuova vulnerabilità dei chip Apple Silicon, scoperta da poco da alcuni ricercatori di sicurezza. Ad esserne colpiti sarebbero sicuramente i chip M1, M1 Max e A14 (al momento sono gli unici ad essere stati testati), ma in ogni caso non c'è da preoccuparsi.

La falla in questione è stata scoperta da un gruppo di ricercatori capitanato da Jose Rodrigo Sanchez Vicarte, dell'Università dell'Illinois, e Michael Flanders, dell'Università di Washington: questa colpisce il Data-Memory Dependent Prefetcher (DMP), un'area della memoria che si occupa di "precaricare" i dati per garantire performance migliori ad esempio durante l'esecuzione dei programmi. Per farla breve, il DMP potrebbe precaricare, e dunque rendere ipoteticamente "leggibili", anche dati che non sono richiesti da nessuna istruzione del programma, con tutti i rischi di sicurezza ne conseguono.

In ogni caso, gli utenti Apple possono stare tranquilli: stando alle parole dei ricercatori di sicurezza, non è stato possibile trovare exploit che sfruttano questa falla e inoltre possono essere precaricati solo i puntatori e solo in condizioni particolari.

Via: 9to5Mac
Mostra i commenti