WiFi Dual Station arriva su Windows 11: perché è così utile

Windows 11 ha aggiunto il supporto al WiFi Dual Station, una funzione che punterà a migliorare le prestazioni in wireless dei notebook
WiFi Dual Station arriva su Windows 11: perché è così utile
SmartWorld team
SmartWorld team

Microsoft è pronta ad arricchire il suo Windows 11 con una funzionalità particolarmente interessante per le applicazioni di gioco, produttività e multimedialità. L'azienda americana ha infatti annunciato che il nuovo aggiornamento di Windows potrà beneficiare del supporto al WiFi Dual Station, tecnologia che sfrutta appunto gli ultimi innovativi moduli Qualcomm FastConnect 4-stream Dual Band Simultaneous per migliorare la connessione Internet di un PC con a bordo la più recente versione del sistema operativo desktop di Redmond.

L'aggiunta del WiFi Dual Station su Windows 11 rappresenta l'ultimo tassello di una collaborazione con la quale Microsoft e Qualcomm ambiscono ad avvicinare le prestazioni wireless alla più tradizionale e stabile connessione Ethernet, soprattutto in punto di affidabilità e latenza. Ne sanno certamente qualcosa i videogiocatori, costretti a ricorrere alla classica (e rodata) soluzione via cavo per ottenere la migliore esperienza online possibile, superando di conseguenza gli episodici fastidiosi casi di alta latenza e jittering.

Cos'è il WiFi Dual Station e i vantaggi nel gaming online

Sfruttando l'hardware compatibile con i moduli prodotti da Qualcomm, i notebook Windows 11 abilitati al WiFi Dual Station ridurranno la latenza fino a quattro volte in più rispetto alle connessioni wireless già esistenti, come da test condotti dall'azienda di San Diego. Questo perché il nuovo standard è stato progettato per sfruttare più bande Wi-Fi e antenne contemporaneamente: l'utilizzo in simultanea della banda a 2.4 Ghz e quella a 5 GHz o eventualmente a 6 GHz ove disponibile (ossia l'ultimo standard più veloce ad oggi presente nel settore), permetterà infatti di superare le tradizionali connessioni a banda singola e risolvere, a livello di sistema, i problemi di latenza.

Tra i propositi del Wi-Fi Dual Station c'è soprattutto l'intenzione di migliorare l'esperienza di gioco e non è un caso che il post sul blog di Qualcomm abbia citato espressamente il gaming online. Molto importanti sono anche i risvolti futuri, visto che Valve ha confermato di avere aggiunto il supporto al Wi-Fi Dual Station all'SDK di Steamworks: giochi del calibro di Dota 2 e Counter-Strike: Global Offensive (CS:GO), che utilizzano appunto l'SDK di Streamworks per il networking, potranno quindi beneficiare di una reattività migliorata laddove riprodotti su un notebook Windows 11 dotato di pieno supporto al sistema FastConnect 4-stream Dual Band Simultaneous di Qualcomm.

WiFi Dual Station, un discorso futureproof

La nuova funzionalità sarà introdotta sul nuovo Windows 11 e avrà bisogno di alcune specifiche integrazioni hardware e software per poter funzionare. In poche parole, non sarà sufficiente aggiornare soltanto al nuovo sistema operativo di Microsoft per vedere e ricevere sostanziali miglioramenti alla connessione wireless del proprio portatile. Innanzitutto, il WiFi Dual Station si farà strada per lo più tra i notebook da gaming e abbiamo visto in queste righe anche il motivo. Quest'ultimi, peraltro, dovranno supportare la tecnologia Wi-Fi 6 e il modulo FastConnect 4-stream Dual Band Simultaneous: in altri termini, dovranno contenere nella loro scheda tecnica il chip FastConnect 6900 di Qualcomm; in più, sarà poi necessario possedere anche un router aggiornato al Wi-Fi 6.

L'estensione del supporto al WiFi Dual Station su Windows 11 apre inevitabilmente sviluppi futuri sull'hardware e sui prossimi computer pensati al gaming e non solo. In questo senso, Lenovo ha già annunciato l'intenzione di supportare tale tecnologia, presente anche su tutti i nuovi notebook da gioco di Acer dotati di connettività FastConnect 6900. Dal suo canto, anche AMD ha dichiarato di recente di essere all'opera per garantire il supporto alla tecnologia Dual Station.

Sebbene Qualcomm si sia mostrata fiduciosa rispetto ai benefici mostrati dallo standard WiFi Dual Station, occorrerà vedere se l'approdo di una tale tecnologia riuscirà a convincere i videogiocatori più incalliti, che giustamente hanno finora privilegiato la connessione Ethernet per avere un'esperienza da gioco senza compromessi e rallentamenti. In ogni caso, i vantaggi andranno ben oltre l'esperienza gaming online. Come spiegato dalla stessa azienda americana, il nuovo standard vuole soddisfare anche le esigenze aziendali, con particolare riguardo ad applicazioni di videochiamate, di collaborazione e strumenti di gestione remota. Un discorso insomma ancora tutto in evoluzione ma con possibili (importanti) novità già a breve termine. Attendiamo con impazienza.

Commenta