L’aggiornamento di maggio 2020 di Windows 10 procede a rilento: è solo sul 7% dei PC nel mondo

Edoardo Carlo Ceretti

Verso la fine di maggio, Microsoft ha rilasciato il nuovo aggiornamento di Windows 10 (May 2020 Update), che ha introdotto diverse novità interessanti, illustrate nel dettaglio nel nostro articolo dedicato. Ad oltre un mese di distanza, è tempo dei primi bilanci per quanto riguarda la diffusione del nuovo major update. E, secondo i dati raccolti da AdDuplex, non sono particolarmente lusinghieri.

Finora infatti, il May 2020 Update è riuscito a conquistare soltanto il 7% dei PC Windows 10 di tutto il mondo. La causa è di un rilascio che sta procedendo a rilento, probabilmente anche per colpa di diversi bug e problemi che ancora affliggono la nuova versione, i quali stanno suggerendo a Microsoft di procedere con cautela.

LEGGI ANCHE: Microsoft lancia Windows File Recovery

La fetta più grande (46,2%) della torta spetta all’aggiornamento di maggio 2019 (numero versione 1903), seguita a stretto giro (35,7%) da quello di novembre 2019 (1909), segno che comunque la stragrande maggioranza delle macchine Windows 10 siano aggiornate a versioni tutto sommato recenti. Le versioni più datate raccolgono infatti soltanto le briciole, un fenomeno fisiologico per un sistema operativo che macina certi numeri.

Via: Neowin
  • Mezzina Francesco

    E’ solo uscito da un mese,dategli tempo no!

  • J.H. Bolivar Pacheco

    Quali sono i bug noti di questa nuova versione?

    • Mezzina Francesco

      L’ unico che ho potuto riscontrare io e’ quello relativo alla programmazione della deframmentazione che ho risolto installando Puran Defrag ma lo hanno risolto con la build 19551 hanno detto!