Windows 10: l’aggiornamento di novembre 2019 si muove a piccoli passi (foto)

Giovanni Bortolan

Sono passati quasi tre mesi dall’ultimo report AdDuplex relativo alle statistiche di adozione di Windows 10. Il nuovo report, che contiene i dati raccolti il 27 gennaio 2020, è il primo da quando l’aggiornamento di novembre 2019 è stato distribuito. Quest’ultimo risulta installato nel 15,2% dei dispositivi Windows 10, una percentuale relativamente esigua, dovuta al fatto che i feature upgrade non vengono più installati in maniera automatica, ma solo su input dell’utente.

Il passaggio all’aggiornamento di novembre ha ovviamente influenzato le quote delle altre versioni; il tasso di adozione dell’update di maggio 2019 scende dal 56,6% al 53,4%, la versione 1809 scende al 22%, mentre la versione 1803 crolla dal 13,6% al 5,6% (complice la fine del supporto per questa versione) e scende al 1,3% anche la 1709. Le versioni più vecchie si ridimensionano ad un modesto 1,8%, mentre salgono i device registrati al programma Insider, da 0,5% a 0,6%.

LEGGI ANCHE: Tim Cook non si sbilancia sul 5G: “Siamo solo all’inizio”

Dai dati emersi nel report si possono notare anche i dispositivi più utilizzati. In prima posizione regna ancora incontrastato il Surface Pro 4, seguito dal Surface Pro di quinta generazione e dal Surface Go (che salta dalla quinta alla terza posizione). Interessante l’exploit del Surface Pro 7, che occupa la sesta posizione.

Ricordiamo che AdDuplex ricava tali dati da quasi 5.000 applicazioni presenti nel Microsoft Store che usufruiscono dell’AdDuplex SDK v.2 o superiore.

 

 

Via: Neowin