Windows 10 S potrebbe cambiare nome per rilanciarsi: arriverà Windows 10 in ‘S Mode’ anche per Home?

Edoardo Carlo Ceretti

Il primo Bug Bash del nuovo aggiornamento di Windows 10 in lavorazione – conosciuto con il come in codice Redstone 4 – potrebbe aver svelato i progetti di Microsoft per il futuro di Windows 10 S. Questo nome infatti potrebbe presto essere accantonato, in favore di una diversa terminologia. Ciò però non coinciderebbe con un colpo di spugna sul progetto, che anzi potrebbe ricevere nuova linfa nel prossimo futuro.

Windows 10 S è una versione limitata del sistema operativo di Redmond, che consente l’installazione soltanto di software reperito dallo store ufficiale, al fine di raggiungere più alti livelli di semplicità, prestazioni e sicurezza. Fortunatamente, sin dal principio Microsoft ha predisposto l’upgrade gratuito ad una versione completa di Windows 10 Pro, soltanto a questa. Ciò però in futuro potrebbe cambiare.

LEGGI ANCHE: Come passare da Windows 10 S a Win 10 Pro

Windows 10 S potrebbe dunque cessare di esistere come versione dedicata del sistema operativo, per essere sostituita da una S Mode, ovvero una modalità dal comportamento del tutto simile a Windows 10 S, ma compatibile anche con Windows 10 Home ed Enterprise. Dovrebbe sempre essere consentito l’upgrade alla versione completa e sbloccata del sistema, gratuito per Home, ma a pagamento (49$) per Pro ed Enterprise, secondo le indiscrezioni.

Al momento, non è chiaro se e come Microsoft attuerà queste importanti novità, ovvero quali implicazioni avrà per il mercato e soprattutto per gli utenti. Il rischio che una mossa di questo tipo possa generare confusione è presente, dunque il gigante di americano dovrà procedere con cautela e chiarire per bene la situazione, nel prossimo futuro.

Via: The VergeFonte: Thurrott, Neowin