Windows 10X ufficiale: ecco il sistema operativo per i PC dual screen e pieghevoli del 2020

Matteo Bottin Non sarà un aggiornamento del Windows 10 attuale

Microsoft ha presentato Surface Neo e Surface Duo, due dispositivi molto particolari dotati di doppio schermo. Dispositivi particolari necessitano di sistemi operativi particolari, ed ecco che per l’occasione Microsoft ha presentato Windows 10X, edizione speciale del “normale” Windows 10 dedicata ai dispositivi pieghevoli e con doppio schermo.

Windows 10X non è un OS completamente nuovo: si basa sul “one core” di Windows 10 (lo stesso dei PC, Xbox e HoloLens) per portare delle funzionalità dedicate ai prodotti dotati di doppio schermo. Non solo Surface dunque, ma anche prodotti nuovi di partner esterni (come ASUS, Dell, HP e Lenovo) che arriveranno “presto”.

In pratica, Microsoft ha inserito alcuni aggiustamenti all’interno del sistema operativo per migliorare l’autonomia (deve pur sempre gestire due schermi) e attivare alcune funzionalità particolari per la gestione dei programmi. In tutto questo, l’azienda non si è dimenticata delle applicazioni Win32: queste saranno compatibili e verranno eseguite all’interno di un “contenitore” (container).

Windows 10X arriverà sui primi dispositivi pieghevoli e dual-screen a partire dall’autunno del 2020. Non solo prodotti Microsoft, ma, come detto, anche da partner esterni. In ogni caso, tutti avranno un cuore Intel.

Microsoft è stata chiara: Windows 10X è progettato per questi dispositivi e non come un aggiornamento dell’OS per i PC già esistenti. 10X sarà quindi una versione parallela di 10, in modo tale che possano coesistere classi diverse di prodotti sul mercato.

LEGGI ANCHE: Quante novità in casa Microsoft!

Funzionerà Windows 10X? Noi lo speriamo. Nel frattempo Microsoft sta già prendendo contatto con gli sviluppatori per creare applicazioni che permettano di sfruttare al meglio le opportunità fornite dalla piattaforma.

Fonte: Microsoft