Minori ma non troppo: le piccole novità di Windows 11 che dovresti conoscere

Minori ma non troppo: le piccole novità di Windows 11 che dovresti conoscere
SmartWorld team
SmartWorld team

C’è grande attesa per l’uscita di Windows 11. Il nuovo sistema operativo di Microsoft ha saputo lasciar subito il segno per via delle sue innumerevoli novità, non soltanto riconducibili al mero e semplice rinnovamento estetico dell’interfaccia utente. Come evidenziato nella nostra video anteprima, il successore di Windows 10 potrà infatti contare su nuove particolari funzionalità (tra cui i widget, il rinnovamento dell’app Impostazioni e il nuovo Esplora file), ma soprattutto renderà manifesto quel cambio di rotta di Microsoft incentrato su un riequilibrio della parte mobile su quella desktop.

Lo dimostra, in fondo, l’approdo delle funzioni mutuate dagli smartphone, come il Dynamic Refresh Rate e il Wake On Touch, nonché l’estensione della compatibilità con le app Android. 

C’è comunque dell’altro dietro al grande cambiamento portato avanti da Windows 11. Il nuovo aggiornamento per PC nasconderà infatti delle modifiche che potremmo etichettare apparentemente come “minori” ma che, invece, costituiranno parte integrante di quella rivoluzione voluta fortemente da Microsoft.

Perché, in fondo, è proprio in queste piccole aggiunte che si evidenziano i miglioramenti a beneficio dell’esperienza utente. 

Nuove scorciatoie da tastiera su Windows 11

Le nuove scorciatoie da tastiera di Windows 11: premendo contemporaneamente il tasto Windows e la lettera N sarà possibile accedere al centro notifiche

Le nuove scorciatoie da tastiera di Windows 11: premendo contemporaneamente il tasto Windows e la lettera N sarà possibile accedere al centro notifiche

La prima novità per così dire minore di Windows 11 è legata all’introduzione di nuove scorciatoie da tastiera. Si tratta di speciali comandi che permetteranno di accedere rapidamente alle principali funzioni inaugurate dal sistema operativo di Microsoft, come i widget, il centro notifiche, le impostazioni rapide e i layout ancorati. Tutte caratteristiche che, come ribadito prima, sembrano strizzare l’occhio ai dispositivi mobili. Tali comandi andranno ad assommarsi alle shortcuts già presenti su Windows 10, riproposte da Microsoft anche sull’ormai prossima major release di Windows. Di seguito, riportiamo un elenco delle nuove scorciatoie da tastiera, evidentemente pensate dal colosso di Redmond per massimizzare la produttività degli utenti:

  • Tasto Windows + lettera A: tale combinazione permetterà di richiamare rapidamente le Impostazioni rapide
  • Tasto Windows + lettera N: sarà possibile accedere al centro notifiche 
  • Tasto Windows + lettera W: la combinazione è pensata per l’apertura dell’interfaccia dedicata ai widget 
  • Tasto Windows + lettera Z: si tratta di una shortcut dedicata all’apertura del menu dei layout ancorati

Piccola nota a margine: i layout ancorati sono una delle novità principali di Windows 11. Si tratta, nello specifico, di un’aggiunta pensata per migliorare il multitasking attraverso una riorganizzazione delle finestre anche su schermi diversi. Per attivarla basterà accedere alle impostazioni di Windows, selezionare la voce “Sistema” ed entrare all’interno della categoria Multitasking: da qui sarà sufficiente attivare la voce “Mostra i layout ancorati di cui fa parte l’app al passaggio del mouse sui pulsanti della barra delle applicazioni” (terza opzione raggruppata dentro la sezione principale intitolata “Affianca finestre”).

Tempo stimato per l’installazione di aggiornamenti

Windows Update mostrerà adesso il tempo stimato per l'installazione di un nuovo aggiornamento software

Windows Update mostrerà adesso il tempo stimato per l'installazione di un nuovo aggiornamento software

Potrebbe trattarsi di una banalità, eppure si tratta senza dubbio una funzionalità molto comoda, specie sotto il fronte dell’intuitività e del miglioramento dell’esperienza utente. Una volta installato Windows 11, il nuovo sistema operativo mostrerà quanto tempo impiegherà un determinato aggiornamento per essere completato. Questa funzione la ritroverete sia all’interno delle impostazioni di Windows Update, sia nel menu per spegnere o riavviare il PC quando un aggiornamento è in sospeso. 

Volume Mixer

Il Volume Mixer di Windows 11

Il Volume Mixer di Windows 11

C’è una nuova sezione all’interno delle impostazioni di Windows 11 e prende il nome di “Mixer Volume”. Si tratta di una nuova pagina che permette di controllare il volume del sistema, dei dispositivi in ingresso e in uscita, ma anche i suoni delle singole applicazioni, disabilitandoli o rendendoli più silenziosi. Un vantaggio di non poco conto per chi vuole, ad esempio, disabilitare i suoni riprodotti dal browser.

Questa novità fa il paio con un più accurato riordino delle pagine dedicate alla proprietà degli altoparlanti e dei volumi. Sarà possibile, infatti, visualizzare informazioni sul driver e su eventuali aggiornamenti, ma ci sarà anche un’opzione per impedire alle app di accedere al dispositivo.

Le novità di Esplora File

Le opzioni nascoste del nuovo Esplora File

Le opzioni nascoste del nuovo Esplora File

Il nuovo Esplora file è certamente una delle principali novità di Windows 11, essendo appunto stato riscritto nel suo design e nelle sue impostazioni. Il suo aspetto è sbarazzino e minimale e questo potrebbe creare qualche confusione agli utenti di lungo corso, visto che potrebbero non trovar subito tutte le precedenti funzioni. Se quelle disponibili di "base" sono richiamabili mediante un classico click con il tasto destro del mouse (nuova cartella, copia, incolla, apri con e proprietà), le opzioni più particolari (ad esempio, il seleziona tutto od il deseleziona tutto) sono state invece "nascoste" dentro a uno speciale menu rappresentato dall'icona a tre pallini posizionata nella barra superiore degli indirizzi. Bisogna aggiungere, tuttavia, che le opzioni saranno diverse a seconda della posizione in cui ci si trova.

App in background

Cambia anche il modo per gestire i permessi delle singole app

Cambia anche il modo per gestire i permessi delle singole app

Windows 11 cambia anche le impostazioni relative ai permessi in background delle singole applicazioni. Non ci sarà più una pagina dove è possibile gestire le autorizzazioni di ciascuna app, visto che tale funzione è stata incorporata direttamente all'interno di ogni programma. Volete, ad esempio, modificare i permessi in background dell'app Meteo? Sarà sufficiente entrare nelle impostazioni di Windows, scegliere la sezione "App", cliccare sulla voce "App e funzionalità" e selezionare infine l'app Meteo; cliccando sui tre pallini accederete al menu "Opzioni avanzate" che vi permetterà appunto di variare le autorizzazioni della singola applicazione.

Commenta