Windows 11 ufficiale: "al centro ci sei tu" (foto e video)

Novità, requisiti minimi, dispositivi supportati e altro sul nuovo sistema operativo di casa Microsoft.
Windows 11 ufficiale: "al centro ci sei tu" (foto e video)
Nicola Ligas
Nicola Ligas

Microsoft ha appena annunciato Windows 11 e ne sta ancora descrivendo le novità, ed a quanto pare le anticipazioni della settimana scorsa erano vere, ma ovviamente c'è molto di più.

Novità Windows 11

Windows 11 mette tutto "al centro", a cominciare dal pulsante Start, perché "al centro" c'è prima di tutto l'utente, parafrasando le parole di Panos Panay, Chief Product Officer di Microsoft.

L'idea generale dietro a Windows 11 p quella di dare "un incredibile senso di calma", e tutto ciò rendendolo anche più veloce di prima.

L'avvio del PC, delle applicazioni e anche gli stessi Windows update saranno più veloci (fino al 40%), e gli elementi di "rotondità" la faranno da padrone in tutte le app.

La nuova pagina dei widget, in trasparenza sul resto del contenuto, è popolata tramite AI, in modo da fornire sempre argomenti pertinenti ed interessanti per l'utente.

L'intera interfaccia è stata ripensata per l'uso touch, con interazioni più semplici, affini a quelle che già facciamo con il mouse, con le "hit box" più larghe, e finestre pensate per essere spostate e ridimensionate facilmente, grazie anche a nuove gesture per ingrandirle/minimizzarle.

Ma soprattutto avremo una tastiera a schermo completamente ridisegnata e personalizzabile, simile a quella di molti smartphone, e per questo più familiare.

Microsoft promette anche che la dettatura vocale sarà la migliore di sempre, in grado non solo di capire correttamente la voce dell'utente e tradurla in parole, ma anche di aggiungere automaticamente la punteggiatura, oltre a supportare adeguatamente i comandi vocali in generale.

A proposito del posizionamento delle app, Windows 11 ricorderà la posizione delle app sui vari monitor, in modo che collegando/scollegando il notebook da un display esterno possiate tornare subito a lavorare così come l'avevate lasciato.

Tutte le app di Microsoft saranno ovviamente riprogettate per adattarsi al nuovo stile, e ci sarà anche una novità: "Chat", un'app basata su Microsoft Teams che di fatto rimpiazzerà Skype, che non sarà più pre-installata.

Inoltre, Windows 11 supporterà nativamente le app Android. Le app verranno installate localmente, il che significa che le vedrete assieme a tutte le altre. Non si tratta però di una partnership con Google, quanto con Amazon: le applicazioni Android saranno infatti quelle presenti nello store del colosso dell'e-commerce, e le potrete trovare direttamente sul Microsoft Store. I dettagli precisi sul funzionamento non sono ancora del tutto noti.

Microsoft pensa anche ai gamer, con miglioramenti quali il supporto direct storage (serve a migliorare i tempi di avvio dei giochi, con hardware dedicato), auto HDR - che andrà a rendere più belli i giochi in SDR su monitor HDR per aumentare comunque contrasto, luminosità e saturazione - e le DirectX 12 Ultimate, con supporto a funzioni quali Raytracing 1.1, variable rate shading e altre, ed in generale consumando meno risorse.

Uscita Windows 11

Microsoft rilascerà pubblicamente Windows 11 Microsoft entro Natale, il che ci fa pensare che sarà effettivamente disponibile a novembre, anche se le beta per gli insider patiranno la prossima settimana. I tempi precisi al momento non sono noti, e vi aggiorneremo su questo non appena possibile.

Dispositivi supportati

Possiamo confermare che l'aggiornamento a Windows 11 sarà gratuito per gli utenti Windows 7, 8.x e 10.

Requisiti minimi Windows 11

Indipendentemente dal fatto che possiate o meno ricevere Windows 11 gratuitamente, il vostro PC potrebbe non essere in grado di farlo girare a dovere. Se volete scoprire se il vostro PC potrà supportare Windows 11 c'è un metodo molto semplice: scaricare quest'app ed eseguirla. Tutto ciò che l'app farà sarà controllare il vostro hardware e fornivi a breve la risposta.

In ogni caso, questi sono i requisiti minimi del nuovo sistema operativo di casa Microsoft:

  • Processore dual-core a 64-bit da almeno 1 GHz
  • 4 GB di RAM
  • 64 GB di spazio di archiviazione liberi
  • Display da almeno 9''
  • Compatibilità UEFI, Secure Boot & TPM 2.0
  • Scheda grafica compatibile con DirectX 12 / WDDM 2.x

Giusto per chiarire un punto importante: le app a 32-bit continueranno a funzionare, ma non ci sarà una versione di Windows 11 a 32-bit, ma solo a 64. Notate anche le limitazioni sul display, il che di fatto "confina" questa versione di Windows ai tablet, senza alcuna pretesa di tornare nel mondo smartphone.

Video Windows 11

Immagini Windows 11

Commenta