Windows perde terreno: sempre più utenti indirizzati verso Chrome OS

Vito Laminafra

Windows è senza ombra di dubbio il sistema operativo desktop più popolare, ma la concorrenza inizia a diventare sempre più forte. Secondo un report di IDC, società che si occupa di ricerche di mercato, l’OS di Microsoft ha perso terreno in favore di altri competitor.

LEGGI ANCHE: DAZN potrebbe prendersi tutta la Serie A

Le quote di mercato di Windows del 2020 sono scese di circa il 5% rispetto all’anno precedente: si passa dall’85,4% di market share nel 2019 all’80,5% nel 2020. In particolare, è stato durante il secondo quarto dell’anno appena trascorso che si è vista questa tendenza: Windows è passato dall’87,5% del Q1 all’81,7% nel Q2, il tutto mentre Chrome OS guadagnava terreno, passando dal 5,3% del Q1 al 10,0% nel Q2.

Il 2020 è stato un anno senza dubbio particolare per il mercato dei PC, visto l’aumento vertiginoso di utenti che si sono ritrovati a lavorare o studiare da casa, e questo ha sicuramente influito sulle scelte d’acquisto. Ovviamente il divario tra Windows e tutti gli altri sistemi operativi è ancora enorme, ma è ormai palese la tendenza del mercato e anche Microsoft sta spingendo sullo sviluppo di Windows 10X, principale competitor di Chrome OS.

Via: WindowsCentral
  • ferrarista10

    Ma giusto per capire: Chrome OS è utilizzabile offline anche per breve periodo o deve essere sempre online?

    • Simone

      Per alcuni programmi come Office la connessione non è richiesta, ovviamente prima devi scaricare tutte le app del caso.

  • Simone

    R.i.p. Windows, nemmeno l’ ora riesci a tenere sincronizzata.

  • Epp Core

    Non è forse che il motivo della diminuzione della percentuale % di utenti windows sia dovuta causa covid all’ingresso nel mercato di nuovi utenti che prima non usavano niente e che hanno scelto un SO più semplice? Dall’articolo sembra che gli utenti windows stiano scappando in massa