Wine 2.0 porta Office 2013 su Linux e supporto ai programmi a 64 bit su Mac

Leonardo Banchi

Se siete inamovibili utenti Linux (o Mac), è probabile che conosciate già Wine, il software che permette di eseguire molti programmi sviluppati per Windows sui due sistemi operativi alternativi.

Proprio questa settimana, Wine ha ricevuto un importante aggiornamento, che ha portato il programma alla versione 2.0 e introdotto molte nuove funzionalità, come il supporto a Office 2013 o all’utilizzo di applicazioni a 64 bit su macOS.

LEGGI ANCHE: Linux Mint 18.1 disponibile: tutte le novità di “Serena”, con supporto fino al 2021

Ai lettori più attenti, sentendo queste novità, non sarà però sfuggito una sorta di Déjà vu: le stesse funzionalità erano infatti già arrivate sulle due piattaforme a metà dello scorso Dicembre con la versione 16 di Crossover, versione commerciale del software sviluppata da CodeWeavers. I due programmi hanno infatti da sempre molto in comune, grazie all’impegno degli sviluppatori per mantenere (seppure con un po’ di ritardo) anche la versione open source del software.

Sul blog ufficiale di Wine trovate tutto l’elenco delle novità introdotte con la versione 2.0 del programma.

Via: Liliputing