Accordo 5G Wind Tre-Fastweb: si muove l’AGCOM. In arrivo nuovi obblighi di copertura?

Enrico Paccusse -

Wind Tre e Fastweb hanno presentato qualche mese fa la collaborazione che avrebbe portato al loro 5G condiviso, con un piano che prevede già a partire dal primo trimestre di quest’anno il passaggio dei clienti di rete mobile Fastweb sotto la copertura Wind Tre.

C’è però un altro attore che si è inserito nell’accordo, e risponde al nome di AGCOM. L’agenzia di controllo ha infatti avviato una procedura per determinare dei nuovi obblighi di copertura (integrativi o sostitutivi) in capo a Wind Tre, in maniera giustificata e proporzionale.

LEGGI ANCHE: Il nuovo operatore virtuale di Wind Tre sembra pronto a partire

Questo perché nell’aggiudicarsi il lotto da 20 MHz nella banda 3600-3800 MHz, Wind Tre è tenuta ai sensi dell’articolo 13, comma 13, a rispettare la copertura (con le frequenze assegnate) di almeno il 5% della popolazione per ciascuna regione italiana entro 48 mesi dal rilascio dei diritti.

Se non fosse che, secondo il comma successivo (num. 14), l’Autorità può definire un piano di obblighi integrativo o sostitutivo rispetto a quelli sopra menzionati. Potrebbero dunque aggiungersi nuove grane dopo il ricorso al TAR da parte di Iliad sull’autorizzazione della rete condivisa. Vi terremo aggiornati.

Via: Mondomobileweb