Addio agli YouTube Spaces: gli studi professionali per creators non riapriranno

Vito Laminafra -

La pandemia ha cambiato totalmente il modo di vivere il lavoro, soprattutto per quanto riguarda i grandi colossi della tecnologia: aziende come Facebook e Google si sono spostate verso lo smartworking. Proprio Google ha annunciato che non riaprirà più gli YouTube Spaces.

LEGGI ANCHE: IKEA espande il supporto HomeKit ad altri prodotti

Lanciati nel 2012, questi erano degli studi professionali a tutti gli effetti a disposizione dei creator, con fotocamere, green screen e set di luci, aperti in alcune città del mondo come Berlino, Londra, New York, Los Angeles, Parigi, Rio e Tokyo e creati con l’intenzione di aumentare la qualità dei contenuti da caricare sulla piattaforma. Ovviamente, a seguito della pandemia, questi erano ormai chiusi da molto tempo e l’azienda ha deciso che non saranno più attivi.

Nonostante ciò, il progetto YouTube Spaces continuerà ad esistere: Google punta a creare eventi e workshop totalmente online, con sporadici eventi dal vivo con un numero ristretto di partecipanti.

Via: Engadget