Addio alla rete unica a banda larga: il governo vorrebbe abbandonare il progetto

Vincenzo Ronca Bloomberg riferisce che l'attuale governo avrebbe abbandonato il progetto sulla rete unica a banda larga guidata da TIM.

Il precedente governo guidato da Giuseppe Conte aveva, tra i diversi progetti sui quali investire il Recovery Fund, in mente un progetto riguardo una rete unica a banda larga, con protagonista TIM.

Ora stando a quanto riferito dal Bloomberg, l’attuale governo guidato da Mario Draghi avrebbe abbandonato l’idea. Alla base della scelta ci sarebbe la volontà di non generare un monopolio per il settore delle reti a banda larga, a favore di TIM ovviamente. A conferma di ciò, nel documento inviato dal governo alla Commissione Europea per ottenere il Recovery Fund si parla esplicitamente di reti a banda larga al plurale.

LEGGI ANCHE: Lenovo Legion 5 Pro, la recensione

Il vecchio progetto prevedeva l’accorpamento della gestione delle linee di TIM e delle reti di Open Fiber, la quale è controllata dallo Stato italiano, in un’unica società, controllata da TIM. Al momento non vi sono conferme ufficiali sull’abbandono del progetto. Torneremo ad aggiornarvi non appena avremo ulteriori novità.

Via: Il PostFonte: Bloomberg
  • Giovanni Alfano

    Finalmente un po’ di buon senso.

  • Mariux Revolutions

    Hallelujaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhh!
    Vafangul’ tu e il monopolio, “TIMerda”!