Inizio di 2022 da incubo per Amazon: conti in rosso per la prima volta dal 2015

Inizio di 2022 da incubo per Amazon: conti in rosso per la prima volta dal 2015
Vito Laminafra
Vito Laminafra

Il 2022 si apre nel peggiore dei modi per Amazon: l'azienda ha infatti chiuso il primo trimestre dell'anno perdite per 3,8 miliardi di dollari. Questo non accadeva dal 2015 e ha colto tutti di sorpresa, visti soprattutto i grandi traguardi raggiunti solo due anni fa, quando il colosso dell'eCommerce ha registrato una crescita record a seguito della pandemia.

Offerte Amazon

Stando ai dati pubblicati dall'azienda, i ricavi sono comunque aumentati del 7% in questo Q1 del 2022, ma si è trattata della crescita più lenta da oltre 20 anni (per avere un riferimento, solo un anno fa Amazon registrava un +44%). La società prevede, per il secondo trimestre, ricavi compresi tra i 116 e 121 miliardi di dollari, decisamente al di sotto delle aspettative di inizio anno di 125,5 miliardi di dollari. Dopo la pubblicazione dei dati finanziari, il titolo ha subito un calo del 9%.

Secondo l'attuale CEO di Amazon, Andy Jassy, la "colpa" di questo disastroso trimestre è da imputare proprio alla pandemia e alla situazione storica che stiamo vivendo: "la pandemia e la successiva guerra in Ucraina hanno portato una crescita e delle sfide insolite" ha dichiarato Jassy, aggiungendo poi che "i nostri team sono concentrati sul miglioramento della produttività e dell'efficienza dei costi in tutta la nostra rete di adempimento. Sappiamo come farlo e l'abbiamo già fatto prima".

Via: CorCom
Mostra i commenti