Amazontube potrebbe essere esattamente ciò che pensate, e intanto Amazon Music Storage chiude i battenti

Nicola Ligas

Novità a carattere multimediale per Amazon. Da una parte il colosso dell’e-commerce ha richiesto i marchi Amazontube e Opentube, il cui nome di per sé è già abbastanza autoesplicativo, ma se non bastasse c’è anche la descrizione: “non-downloadable pre-recorded audio, visual and audiovisual works via wireless networks.

Insomma, visto che i rapporti con Google non sembrano molto buoni, magari Amazon sta seriamente pensando di farsi un suo YouTube, un po’ come del resto ha già fatto Facebook, ma la strada è tutta in salita, perché comunque ormai YouTube è un servizio così diffuso e rodato che sottrargli la palma non è cosa facile per nessuno.

Nota a margine, ma nemmeno poi tanto, se siete utenti free di Amazon Music non sarete lieti di sapere che non potete più caricare i vostri MP3 sul servizio di streaming. Il blocco è in vigore dal 12 dicembre per i già utenti. I nuovi utenti potranno registrarsi, e caricare musica, solo fino al 15 gennaio 2018. Come riportato sul sito ufficiale, “gli abbonamenti ad Amazon Music -Storage – (gratuito e a pagamento) sono in fase di ritiro“. La musica caricata gratuitamente sarà disponibile sia per lo streaming che per il download fino a gennaio 2019.

Ciò non riguarda il normale servizio di streaming musicale, Music Unlimited, che rimane attivo per trasmettere tutti i brani del suo catalogo. Ad essere limitata è in pratica solo la parte relativa ai caricamenti degli utenti. Per ulteriori dettagli in merito ad Amazon Music, anche per utenti abbonati, fate riferimento alla pagina di supporto in italiano del servizio.

Via: Engadget (1), (2)Fonte: USPTO