La pacchia sta per finire: il backup su Google Foto non sarà più illimitato

Nicola Ligas - Ed anche i documenti Drive rosicchieranno quota. E attenzione anche a lasciare l'account inattivo per oltre 2 anni!

Lanciato 5 anni fa e divenuto nel corso del tempo uno dei servizi di cloud-photo più apprezzati al mondo, Google Foto annuncia ora una bella mazzata ai suoi utenti: lo spazio di archiviazione non sarà più illimitato, nemmeno in alta qualità, a partire dal 1° giugno 2021.

Finora infatti, Google Foto aveva due modalità di backup: quella in qualità originale, che caricava foto e video senza alcuna modifica ma che era limitata dallo spazio di storage disponibile sul proprio account Google, e quella in alta qualità, che ridimensionava le foto più grandi a 16 megapixel e riduceva la risoluzione dei video, ma almeno offriva spazio illimitato.

Ad oggi su Google Foto si trovano oltre 4.000 miliardi di foto e video, con una progressione di 28 miliardi di nuovi contenuti a settimana, e questa per Google è oggettivamente una spesa: ecco perché il servizio non sarà più illimitato ovvero gratuito.

A partire dal 1° giugno 2021, tutte le nuove foto e i nuovi video saranno conteggiati nel totale dello spazio di archiviazione dell’account Google (di base sono 15 GB, ma ci sta che possiate aver espanso questa quota con qualche promozione nel corso del tempo). Questo significa anche tutte le foto e tutti i video che saranno “backuppati” in alta qualità prima del 1° giugno 2021 non verranno conteggiati ai fini del calcolo dello spazio di archiviazione del vostro account Google. Unica eccezione: gli smartphone Pixel. Per loro lo spazio di archiviazione in alta qualità continuerà a rimanere illimitato anche dopo tale data.

Allo stesso modo, sempre dal 1° giugno prossimo, qualsiasi file di Documenti, Fogli, Presentazioni, Disegni, Forms o Jamboard inciderà sullo spazio di storage rimanente. I file di questo tipo pre-esistenti non saranno conteggiati, a meno che non siano modificati a partire sempre dal 1° giugno 2020. Come già saprete infatti, lo spazio di archiviazione dell’account Google tiene conto dei dati di Gmail, Foto e appunto anche Drive.

Google dovrebbe avervi già avvertito di questa modifica via mail. In essa troverete anche un link che calcolerà una stima, basata sul vostro comportamento in questi anni, di quando dovreste finire il vostro spazio di archiviazione. Ma c’è anche un’altra novità importante, della quale non si fa menzione in detta email, che riguarda la cancellazione dei contenuti degli account inattivi.

  • Se sarete inattivi su uno o più di questi servizi per 2 anni, Google potrebbe cancellare i contenuti del prodotto nel quale siete stati non attivi.
  • Se avete superato il vostro spazio di archiviazione per oltre 2 anni, Google potrebbe cancellare i vostri contenuti su Gmail, Drive e Foto.

Niente panico comunque: sarete avvertiti “numerose volte” prima che sia cancellato alcunché. Vi basterà visitare periodicamente Gmail, Drive e Foto, sia da web che da smartphone, per evitare qualsiasi problema.

Nel frattempo, se voleste iniziare a liberare un po’ di spazio, potete utilizzare questo tool di Google che vi aiuterà a cancellare quello che non vi serve più. Ma ovviamente, come poteva finire tutto questo se non con un invito a consultare le tariffe di Google One, ovvero il servizio di cloud storage di Google? Del resto, potreste presto averne bisogno…

Aggiornamento

Abbiamo parlato della notizia anche nel nostro podcast, Il Tech delle Cinque

Ascolta “Pirateria, Google Foto e soldi da spendere” su Spreaker.

Via: 9to5GoogleFonte: Google
  • Nathan

    Bella sorpresa…vabbè, ma si sapeva.
    Una cosa mi chiedo…al momento non sono conteggiati, come faccio sapere a quanto sono? Così da prendere il piano giusto

    • Biroger

      Tutto quanto uploadato fino Giugno non occuperà spazio. Nella mail che manda Google comunque c’è una stima della durata dei 15 GB gratuiti.

    • Eco

      Nella mail che arriva Google ti permette di calcolare (premendo l’apposito collegamento) una stima di quanto tempo impiegherei (in base alla frequenza attuale di caricamento delle foto) per riempire tutto lo spazio (di default 15 giga). Ti dice anche, attualmente, quanto ne occuperesti se non fosse illimitato come è adesso.

      • mail mai arrivata:(
        (anche perché non ho mai usato Google Foto, le immagini che ci sono derivano da loro precedenti servizi che hanno chiuso, tipo Picasa web)

    • carlo

      i file caricati fino al 1° giugno 2021 sono e rimangono free, dal 1° giugno 2021 qualunque cosa caricherai intaccherà lo spazio disponibile.
      se comunque sei curioso di quanto spazio realmente stai occupando sui server di drive installa backup and sync, om èreferenze nella sezione google drive c’è la voce “sincronizza tutto il mio drive” e li trovi la quantità di spazio occupato realmente.

  • Mari/o

    Prima o poi sarebbe successo, bene per il largo preavviso.

  • France

    Mi sa che passerò a Amazon photos compreso con prime a 3€ al mese. Spazio illimitato per le foto e 5 giga per i video, così ci carico anche tutto l’archivio delle foto fatte con la macchina fotografica

  • Alvar Mayor

    Eh, sinceramente hanno un servizio di alto livello, con un riconoscimento dei volti impeccabile, non ho nessuna voglia di passare ad un altro servizio di cloud, sempre a pagamento poi. Vedrò di tenere pulita la raccolta conservando solo le foto meritevoli e vediamo quanto ci metterò a saturare lo spazio gratuito.

  • Okazuma

    Mail arrivata anche a me ma mi tange poco. La loro stima dice che impiegherò 4 anni per finire lo spazio gratuito

  • Cologno De Luigi

    Scusate ma nn ho ben capito se ciò sarà applicato anke ai caricamenti-pdf su Google Libri,
    la cosa mi preoccuperebbe in quanto ho un casino di albi-fumetti caricati aggratise 🙁
    La storia di Photos mi ha invece già “toccato” cm minimo dall’uscita di Mulan-film in quanto me l’ha caricata solo 360p (invece dei soliti 1080,720,480 …) da 1080p
    Purtroppo stessa storia cn Mandalorian S02 e Star Trek Discovery S03 tanto ke pensai si fossero accordati cn le major distributrici

  • Piuttosto, per chi la utilizza: è possibile fare il backup solo di determinate immagini e/o video e/o cartelle?

    • TramontoBlu

      Certo! Puoi selezionare le cartelle di cui fare il backup, non devi per forza farlo a tutte

  • Gianluca

    Ma una tariffa minore per la “nuova” Alta qualità, a differenza dell’ Originale, sarebbe fattibile secondo voi? Per me ha più senso, Google continua a risparmiare ed io pure…

  • L0RE15

    I vantaggi di avere un Pixel! 🙂

    • Luca

      peccato che con i soldi in piu che lo paghi gia siano ripresi anni di abbonamento

      • L0RE15

        Esistono anche i Pixel serie “a”…

      • afdsafd asdfdsf

        il pixel 3a costa 300€

  • carlo

    hanno messo su un sistema insostenibile nel tempo per chi sa quale esigenza interna, i big data fanno gola a tutti in fin dei conti, hanno calcolato che l’80% dell’utenza di Foto andrà avanti circa 3 anni con i 15GB gratuiti, si fanno belli con il fatto che loro danno 15 GB e apple 5, peccato che apple in quei 5 GB non abbia mai messo il naso e mai lo metterà. tralasciamo che hanno annientato la concorrenza.
    mettere un limite annuale di 5GB alle foto in Alta Qualità per non cambiare l’approccio “senza preoccupazioni” che ha creato la base di utenti di Foto e che andrebbe a non degradare l’esperienza utente dell’80% di quella base di utenti è un piano industriale troppo lungimirante, probabilmente google non ha più bisogno delle nostre foto e video 😀

  • Beh “pacchia” insomma… E’ un’idea molto ingenua della situazione…

    Io non discuto l’utilità del servizio rispetto ad un costo accettabile, però non dimentichiamoci che è un servizio che ha permesso a Google di immagazzinare una mole enorme di dati molto sensibili e quindi molto preziosi.
    Penso sia importante invece fare un’ampia riflessione sul valore dei nostri dati e farli valere molto di più, ricordandoci anche che in internet (come nella vita reale) non abbiamo servizi “gratuiti” ma servizi che paghiamo con i nostri dati e la nostra attenzione da “target pubblicitari”.

  • Fabriziano

    Che periodo terribile per Google, prima perde un cliente come Huawei e con lui oltre ai soldi anche miliardi di informazioni sensibili, e adesso farà restrizioni sullo spazio gratuito…..insomma perderà un sacco di info gratuite…..