Brutte notizie (sponsorizzate) per gli utenti Firefox: in arrivo la pubblicità sul browser web, ma forse si potrà disattivare (foto)

Vincenzo Ronca

Mozilla ha annunciato quello che gli utenti del suo browser Firefox non avrebbero mai voluto sentire: l’integrazione di contenuti sponsorizzati e suggerimenti pubblicitari all’interno delle schede dello stesso browser web. L’annuncio arriva dopo un anno dall’acquisizione da parte di Mozilla del servizio Pocket ed il conseguente inserimento dei suggerimenti di lettura da questo servizio nelle schede Firefox.

L’azienda con questo annuncio sembra andar contro corrente rispetto alla sua filosofia del “Internet per le persone e non per il profitto” ma la scelta di adottare questa soluzione, stando alle dichiarazioni del fondatore di Pocket Nate Weiner, è stata presa anche tenendo conto del rispetto per l’utente finale: Mozilla infatti promette di permettere ai suoi utenti quali contenuti pubblicitari visualizzare e addirittura rimuoverli completamente, se questo rientra nelle loro volontà.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Mi Store ufficiale a Milano

Considerato questo, presumiamo che Mozilla otterrà profitti ben al di sotto rispetto a quelli ottenuti da Facebook e Google, ma secondo la stessa azienda essi saranno sufficienti a giustificare il fastidio causato ai suoi utenti. Ancora non sappiamo in che modo saranno implementati ed il grado di libertà dato agli utilizzatori nel gestirli. Di certo, possiamo riportarvi che i primi contenuti sponsorizzati stanno arrivando nei suggerimenti di Pocket nelle versioni nightly e beta di Firefox (esempio in galleria).

Non sappiamo quando questi arriveranno anche sulla versione stabile, secondo The Register potrebbero essere integrati a partire dalla versione 60. Torneremo ad aggiornarvi appena avremo nuovi dettagli a riguardo. Tutto ciò è sufficiente a farvi riconsiderare la vostra posizione su Firefox?

Via: The Verge
  • IRNBNN

    Si ma il problema piu grande di questo browser è che si nutre di ram …la pubblicita peggiorera ulteriormente la situazione