Il CERN vi permette di provare il papà di tutti i browser: WorldWideWeb

Lorenzo Delli

L’origine di Internet risale agli anni sessanta, e per ritrovare quello che è considerato il precursore della rete internet, ARPANET, dobbiamo “volare” verso la fine degli anni ’60, nel 1969 per la precisione. E per quanto riguarda i browser? Quando si è iniziato a parlare di browser vero e proprio, ovvero di un applicativo per la navigazione delle risorse disponibili sul web?

La nascita di tale applicazione si deve a Tim Berners-Lee, che sviluppò il primo browser mai realizzato per il web per conto del CERN. L’applicativo si chiamava WorldWideWeb, un nome che fu in seguito sostituito con Nexus per evitare confusione tra il browser stesso e il concetto di world wide web.

LEGGI ANCHE: Chrome vuole farvi rimbalzare velocissimamente avanti e indietro tra le pagine

La sua prima distribuzione risale al 26 febbraio del 1991. Non raggiunse mai il grande pubblico, anche perché il suo intento non era pensato appunto per utenti qualsiasi. A distanza di tutti questi anni sarebbe quasi impossibile provarlo su un sistema dell’epoca, ma anche per festeggiare la sua nascita e perché la memoria di certi programmi storici non vada persa, proprio il CERN ha ricreato la versione originale di WorldWideWeb navigabile ed utilizzabile tramite gli attuali browser.

Se volete farvi un vero e proprio tuffo nel passato non vi rimane che collegarvi qui e dare un’occhiata a come si presentava il papà di tutti i browser. Se volete approfondire ulteriormente la storia di WorldWideWeb vi consigliamo anche di dare un’occhiata a questa pagina realizzata sempre dal CERN.

Fonte: The Verge