Chrome inizia a testare nuove impostazioni più “amichevoli” per sicurezza e cookie (foto) (aggiornato: dietrofront)

Roberto Artigiani

Seguendo il test iniziato la scorsa settimana nell’app per Android, anche la versione sperimentale per desktop di Chrome propone una nuova serie di opzioni per alcuni aspetti legati alla sicurezza e per la gestione dei cookie. Il canale interessato è quello dedicato alle sperimentazioni, in questo caso le novità sono disponibili di default – quindi senza dover abilitare nessun flag – in Chrome Canary.

Come potete vedere dalle schermate riportate a fine articolo nelle impostazioni appare una nuova voce dedicata ai controlli di sicurezza subito sotto Compilazione Automatica. L’opzione presenta un pulsante per avviare una verifica dello stato di salute del browser. I risultati evidenzia se Chrome è aggiornato all’ultima versione o meno, se ci sono password che risultano compromesse, se la navigazione è sicura e se sono installate estensioni dannose.

LEGGI ANCHE: Le 10 migliori app per videochiamate di gruppo

La seconda sezione a venire rinnovata è quella dedicata ai cookie. L’interfaccia segue lo schema visto su Android con tanto di schermata illustrata che ne spiega il funzionamento e permette di scegliere tra quattro opzioni per la gestione dei “biscottini”. Interessante notare che ora il browser blocca di default i cookie di terze parti.

Infine il menu per la sicurezza si arricchisce di una nuova pagina – anche questa illustrata a imitazione di quella per i cookie – dove si può optare tra il livello di Protezione Standard e quello Esteso. Il primo è quello attivato in maniera predefinita dal momento che il secondo prevede l’invio ai server di Google di una serie di informazioni sul traffico per poter verificare eventuali potenziali minacce. Per visualizzare questa scheda è necessario abilitare il flag #Privacy Settings redesign.

Aggiornamento4 aprile 2020, ore 8:00

Dopo aver inizialmente posticipato il rilascio della novità, Google ha comunicato di aver effettuato il rollback (ossia di aver ripristinato la situazione precedente). Si tratta di una misura temporanea dettata dalle “circostanze straordinarie” causate dalla pandemia in tutto il mondo: dal momento che molte più persone si trovano a lavorare da casa si è preferito tenere Chrome in condizioni più stabili. Il rilascio avverrà in estate e verrà annunciato con un certo anticipo.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

Via: Techdows, 9To5Google