Internet nel 2019 secondo Cisco: video live, blockchain e macchine che si parlano tra loro

Cosimo Alfredo Pina

A farci dare uno sguardo su quello che ci riserva l’anno appena iniziato, in termini di evoluzione di internet, è Cisco con la nuova edizione del Visual Networking Index. Uno studio di settore che, basandosi sulla knowledge base della storica azienda, prova ad anticipare i trend a breve termine per il mondo delle telecomunicazioni.

Il primo dato che in effetti sorprende e quello sulla crescita totale del traffico internet: “nel solo 2022 sarà generato più traffico di quello sviluppato finora, dalla nascita di Internet”. Questo perché nel giro di tre anni il 60% della popolazione sarà online, vuoi per vie convenzionali (smartphone, PC…) vuoi per modi più innovativi come wearable, auto connesse ed in generale l’IoT.

Secondo Cisco a dominare il web nei prossimi anni saranno i video, che occuperanno, entro il 2022, ben l’82% di tutto il traffico IP. Una cifra notevole a cui contribuiranno sempre più gli stream in diretta, con un 17% stimato su tutto il traffico video.

LEGGI ANCHE: Il 5G potrebbe avere alcuni “effetti collaterali”

In forte crescita anche il movimento di dati relativo alla realtà virtuale che nei prossimi cinque anni crescerà di ben 12 volte. Ma il vero boom nei prossimi anni sarà quello del “traffico nascosto”.

Sempre relativamente al 2022 saranno più di 28 miliardi i dispositivi su internet e delle connessioni che questi instaureranno più della metà saranno con altre macchine (traffico m2m, machine-to-machine).

A trainare questo tipo di traffico ci saranno sempre più tecnologie ancora agli esordi, come machine learning, intelligenze artificiali e blockchain.

Ma non solo quantità di traffico. Cisco fa buone prospettive anche in termini di velocità della rete: sulla banda larga via cavo/Wi-Fi raddoppierà entro il 2022, mentre sulle reti mobile triplicherà rispetto ai valori del 2017.

E il 5G? Come più volte ribadito non prenderà campo in maniera concreta prima del 2020, rimanendo comunque appannaggio di IoT e comunicazioni tra infrastrutture. 4G e 3G serviranno ancora a lungo la nostra esperienza in mobilità.

Stando a Cisco si prospetta quindi un anno importante per l’evoluzione del web, durante il quale tecnologie per ora relativamente marginali prenderanno sempre più campo rinforzando le potenzialità dei servizi che usiamo tutti i giorni e per quelli che nasceranno nei prossimi mesi. Non siete curiosi di vedere come si trasformerà il web?

Via: corrierecomunicazioni.it