Con i Code Plus Google permette di creare un indirizzo digitale per qualsiasi parte del mondo (video)

Federica Papagni -

Per garantire a tutti gli utenti di poter fornire il proprio indirizzo, anche quando è difficile da rintracciare a causa di vari fattori che possono essere la presenza di mappe di non buona qualità oppure l’assenza di strade o numeri civici o vie, Google offre una soluzione semplice, ma potente: i Plus Code.

Questi utilizzano latitudine e longitudine per produrre un indirizzo digitale breve e facile da condividere che può rappresentare qualsiasi luogo del pianeta. Così facendo chi vive o si trova in luoghi non perfettamente coperti, potrà inviare il codice generato per dare istruzioni circa il modo per raggiungerlo, che dovrà essere inserito o in Google Maps o in Google Ricerca.

LEGGI ANCHE: Tutto quello che c’è da sapere sull’Amazon Prime Day 2020 in Italia

Quella che vi stiamo descrivendo non è una vera e propria novità, perché è disponibile già da tempo. Ma ora, Google attraverso il post che ha pubblicato sul suo blog ha voluto offrire un approfondimento di tale funzionalità, mostrando come effettivamente funzionano questi codici e come vengono creati. Innanzitutto, sono basati su un algoritmo open source in grado di suddividere l’intero globo terrestre in una griglia fatta di latitudini e longitudini. Ogni cella di questa è posta sugli assi X e Y dotati di un carattere specifico (2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, C, F, G, H, J, M, P, Q, R, V, W e X), tra cui non rientrato  1, L e I per evitare confusioni. Per creare il codice, ogni cella sarà a sua volta suddivisa e gli assi saranno nuovamente etichettati con uno dei caratteri appena citati, fino a che il codice Plus non è completo. Piccola nota necessaria: tutti i segni posti dopo il “+” servono a rendere ancora più precisa la localizzazione.

I Plus Code di Google sono indipendenti dalla lingua, nonché più brevi e quindi più facili da condividere rispetto agli indirizzi convenzionali. Inoltre, le persone sono libere di crearli, condividerli e utilizzarli quando necessario, indipendentemente dal fatto che siano online o offline poiché non è richiesta alcuna connessione Internet. Per provare a creare il proprio Codice potete recarvi al seguente indirizzo.

Video

Fonte: Blog Google