Auguri Facebook: 14 anni di social blu! (video e foto cronistoria)

Cosimo Alfredo Pina -

Quattordici anni e non sentirli: era infatti il 4 febbraio 2004 quando Mark Zuckerberg e un gruppo di altri studenti dell’Harvard College lanciavano le basi, con il primordiale nome di “Thefacebook”, per quella che sarebbe a breve diventata la piattaforma digitale che bene o male tutti conosciamo e che indubbiamente ha lasciato il segno nella storia.

Inizialmente utilizzabile solo dagli studenti di Harvard, nel giro di relativamente pochi anni Facebook si è trasformato nel social multimiliardario, per utenti e valore, che oggi non teme rivali. Un continente digitale che sarebbe arrivato sul dominio facebook.com solo dopo anche qualche diatriba legata alla proprietà intellettuale del codice, solo nel 2005.

Ma il lancio vero e proprio di Facebook come lo conosciamo oggi è avvenuto non prima del 26 settembre 2006, quando l’iscrizione fu aperta a tutte le persone almeno tredicenni. Il successo del social, quantomeno oltre oceano, fu pressoché immediato, così che i finanziamenti iniziarono ad arrivare in quantità cospicue in termini sia di denaro che di importanza di chi li faceva.

LEGGI ANCHE: Come cancellarsi da Facebook

Ad esempio, durante l’ottobre 2007 Microsoft acquistò l’1,6% delle azioni di Facebook, portando il valore della startup a 15 miliardi di dollari. Negli anni successivi (ed ancora oggi) Facebook continuò a macinare nuovi utenti ed interazioni, tanto che nel 2011 il sito fu dichiarato da più enti come il più visitato negli USA.

Un traguardo non da poco e sintomatico di quello che sarebbe arrivato ad ottobre 2012: un miliardo di utenti attivi, 600 milioni dei quali da mobile. Nel corso degli anni successivi sono state tante le feature più o meno inedite aggiunte al social come hashtag, Messenger, Reazioni, Storie, maschere e filtri fotografici, continui aggiustamenti al feed delle notizie e più recentemente attenzione sempre maggiore nel rendere l’utente cosciente dell’importanza e della complessità della vita digitale (privacy, fake news…).

LEGGI ANCHE: Le modifiche a Facebook di inizio 2018

Ma l’evoluzione di Facebook non è passata solo e strettamente dal suo newsfeed; la crescita e le disponibilità finanziarie, legate perlopiù ai guadagni da pubblicità, hanno permesso di acquisire app e servizi di successo come Instagram, nel 2012, WhatsApp, inglobata nel 2014, oppure Oculus VR, anche questa acquisita nel 2014 con una manovra che ha portato Facebook nel mondo dell’hardware (più o meno) consumer. Da non dimenticare anche gli investimenti nello sviluppo di nuovi sistemi di telecomunicazioni, volti non a caso a portare internet ovunque, soprattutto nei paesi dove le infrastrutture come fibra ed ADSL non sono vie percorribili.

Con 2 miliardi di utenti attivi ogni mese (dato di giugno 2017), Facebook è una nazione virtuale che unisce tutto il mondo reale con risvolti fino a pochi anni fa imprevedibili e degni in certi casi della trama di un libro di fantascienza. La verità è che questo social, che piaccia o meno, si sta rilevando una delle creazioni che più hanno influenzato l’inizio del XXI secolo.

Nel corso del tempo Facebook è infatti entrato nella quotidianità di miliardi di persone, che l’hanno visto crescere senza forse nemmeno realizzare bene i suoi cambiamenti, come spesso succede con le cose che si osservano da vicino. Qui sotto trovate, sia in video che in immagini, l’evoluzione grafica del social network nel corso degli anni e siamo sicuri che molti di voi stenteranno a riconoscerne il passato. Per quanto riguarda invece il futuro di Facebook, la prossima scadenza è già fissata per maggio 2018, con l’annuale conferenza F8.

Evoluzione di Facebook 2004-2017